A mezzanotte play! Ecco la nuova musica fuori oggi (3 dicembre)

Dal nuovo brano di Elettra Lamborghini ai nuovi dischi di Marco Mengoni e Coez. In mezzo il duetto natalizio di Ed Sheeran con Elton John

Giovedì significa solo una cosa: a mezzanotte escono tutti i nuovi singoli e gli album. Dal nuovo brano di Elettra Lamborghini ai nuovi dischi di Marco Mengoni e Coez. In mezzo il duetto natalizio di Ed Sheeran con Elton John.

I singoli

Elettra Lamborghini lancia il brano natalizio “A mezzanotte (Christmas song)”. Il singolo, che ha sullo sfondo un tintinnio festante dei campanellini, è un invito uptempo all’entusiasmo e al lasciarsi andare ai sentimenti, dai più puri e romantici ai più infuocati e spinti. La drum machine elettronica di retaggio Anni 80 fa sì che il mood di “A mezzanotte (Christmas Song)” si fonda perfettamente con lo spirito e le atmosfere gioiose del Natale, senza eclissare il lato più travolgente tipico dei pezzi della Lamborghini.

“Merry Christmas” è il primo singolo natalizio della carriera di Ed Sheeran. Il brano è in collaborazione con la stella della musica Elton John, ormai amico carissimo del cantautore oltre che mentore. I ricavi delle vendite in UK andranno in beneficenza all’Ed Sheeran Suffolk Foundation e (www.essmf.com) and the Elton John AIDS Foundation (@ejaf).

Se con il suo primo brano ufficiale, “Scusa”, ci ha aperto una breccia per farci entrare nel suo mondo, Mara Sattei spalanca per noi un’altra porta alla scoperta della sua musica: esce stanotte “Ciò che non dici” (Arista/Columbia Records Italy/Sony Music Italy). Prodotto da tha Supreme, che accompagna la sorella e artista nel suo percorso discografico sin dagli esordi, il singolo racconta “quanto sia più importante agire invece di aspettare che qualcosa accada– afferma Mara– di quanto il silenzio, a volte, riesca a parlare più di mille parole”.

“Limbo” (Island Records) è il nuovo singolo di Claudym, poliedrica portavoce del nuovo pop underground. Il brano è un monologo personale in cui l’artista si addentra nei labirinti dei suoi pensieri. Il titolo si riferisce allo stato emozionale in cui si trova, in bilico tra le tante cose da fare e il desiderio di staccare da tutto e tutti. Il brano racconta quello stadio intermedio tra l’essere piccoli e adulti, il mettersi in discussione per riuscire a definirsi e il non avere ancora raggiunto i propri traguardi. Il ritmo del pezzo, sostenuto dal beat della batteria e dalla melodia delle tastiere, si amalgama perfettamente alla voce eterea e ipnotica della cantautrice, che accompagna l’ascoltatore in un viaggio nei meandri della mente e lo invita ad abbandonare per pochi minuti il mondo materiale.

“Black rain” è il nuovo singolo di Murubuntu feat. Claver Gold e Rancore, prodotto da James Logan. Il brano segna il ritorno dell’artista emiliano dopo l’esperienza del concept album “Infernvm” (marzo 2020) insieme proprio a Claver Gold, dal quale è nato anche un libro illustrato, “Dante e tempo di rap”. Rancore, invece, aveva già collaborato con lui in “Scirocco”, contenuto in “L’uomo che viaggiava nel vento e altri racconti di brezze e correnti” (2016).

Arriva su tutte le piattaforme di streaming “Esagerata”, il nuovo singolo di Tananai con il quale il cantautore è in gara tra i 12 finalisti di Sanremo Giovani 2021. La canzone, prodotta da d.whale in collaborazione con lo stesso Tananai, all’anagrafe Alberto Cotta Ramusino, che si è occupato anche della scrittura e della composizione musicale, ha un ritmo incalzante, ben scandito fin dai primi beat, che sembra rallentare nel pre-ritornello per poi esplodere, rendendo difficile a chi ascolta non farsi trasportare dalla melodia. “Esagerata” parla di una relazione senza equilibrio, dalla quale sarebbe meglio per entrambe le parti distaccarsi, ma in realtà si continua ad avvicinarsi e ferirsi, rinfacciandosi i difetti l’uno dell’altra. 

“Hood Love” (Polydor/Universal Music) è il nuovo singolo di Dat Boi Dee, J Lord e Baby Gang: un brano energico e dal flow incalzante, dove, su una produzione dell’artista classe 2004, si intrecciano perfettamente le barre –  rigorosamente in napoletano – di J Lord con quelle di Baby Gang, il tutto accompagnato da un ritornello melodico.

I Ministri tornano  per Woodworm con “Numeri”, il loro nuovo singolo. Il brano arriva dopo l’ep “Cronaca nera e musica leggera”, uscito lo scorso maggio e arricchisce il percorso della band che ha esordito ormai 15 anni fa, nell’autunno del 2006. “I numeri- spiega il gruppo- sono lo sfondo sul quale costruiamo e regoliamo le nostre vite e la nostra etica: davvero bastano loro a indicarci il male e il bene, il giusto e lo sbagliato?”. E sul singolo i Ministri aggiungono: “In Numeri c’è la realtà in cui siamo immersi. Quella dei millenials che lavorano per comprarsi il computer per poter continuare a lavorare. O quella dei rider, quei piccolissimi imprenditori che hanno come risorsa nient’altro che il loro corpo. Mondi lontani o forse vicinissimi che si incontrano per strada, lo scenario che fa da quinta alla canzone e alle nostre vite di ogni giorno”. 

Esce stanotte “Sorpresa”, il singolo CanovA con Nayt, una versione speciale del brano del rapper contenuto nel suo ultimo album “Doom”. Il brano lancia il nuovo progetto artistico del producer multiplatino padovano di base a Los Angeles. “Il brano nasce da un incontro con Nayt nel mio studio di Milano – racconta CanovA – Dopo aver ascoltato insieme alcuni brani del suo disco, mi sono innamorato di ‘Sorpresa’ e gli ho chiesto di poterci mettere mano per rielaborarlo e svilupparlo in una nuova chiave. Questo è il risultato” . Il nuovo progetto artistico di Michele Canova nasce dalla voglia di portare il suo gusto e la sua esperienza musicale da dietro le quinte a un ruolo da protagonista. L’idea è quella di creare collaborazioni inaspettate facendo incontrare mondi lontani, coinvolgere big della musica italiana e giovani talenti.

Bucata di stelle” (Canova Rec/Polydor/Universal Music Italia) è il nuovo singolo di Ormai, nato da un arrangiamento piano e voce e poi ultimato con Pietro Fichtner e Michele Canova. “Questo brano– racconta- è la cosa più importante che ho realizzato finora. È un grido alla sopravvivenza dell’arte, che se sei ricco ti conforta e se sei povero ti schiaccia. È un grido alla sopravvivenza al malessere di crescere e perdere amici e pezzi. Voglio poter restituire qualcosa al dolore e questo è l’unico modo in cui so farlo“. Nella stesura delle liriche e di alcune linee hanno partecipato anche Vincenzo Colella e Leonardo Zaccaria

“Città nuova” è il nuovo singolo di Nox, disponibile su tutte le piattaforme digitali per BHMG. Nox è un giovane artista, classe ’02, di origine marocchina. Cresciuto a Derby, un piccolo paese della Valle d’Aosta, si avvicina alla musica fin da giovanissimo come sfogo ed evasione dalla realtà di provincia. Inizia ad esibirsi su piccoli palchi della sua zona fino a tre anni fa quando pubblica una serie di freestyle. Nel 2020 conosce Mont Black, producer che diventa fondamentale nel suo sviluppo artistico. In “Città Nuova” Nox parla di una relazione passata e della voglia di scappare da un posto nel quale ogni angolo è ricco di ricordi da dimenticare. Nel brano emerge la malinconia di un rapporto che volge al termine unita alla delicatezza con la quale l’artista riesce a raccontare il sentimento che lo lega alle persone amate. La produzione è curata da Mont Black.

“Goodbye” è il nuovo singolo di Danny Trexin, producer milanese classe 2000 al secolo Samuele Spina, che continua a espandere la sua rete di collaborazioni internazionali coinvolgendo alla voce, in questa occasione, la cantante canadese Melissa Lamm. “Appena ho ascoltato la voce di Melissa – racconta Danny Trexin – mi ha colpito, così l’ho contattata, lei ha accettato con entusiasmo di collaborare e ci siamo subito messi al lavoro comunicando tramite varie video-call session e chat, confrontandoci molto sulle melodie vocali. Con questo brano ho voluto sperimentare qualcosa di nuovo nel mio percorso artistico, che si allontanasse un po’ dalle mie ultime produzioni. Cerco sempre di innovare la mia musica e, in questo caso, mi sono avvicinato ai miei gusti attuali, che tendono verso un pop dalle sonorità più indie americane, meno vicine alla dance pura che ha caratterizzato le mie uscite precedenti”.

Run” è il nuovo singolo di Nicola Siciliano per Columbia Records/Sony Music Italy. Nell’immaginario il nuovo brano rievoca un viaggio nello spazio in cui Nicola è pronto ad esplorare mondi sonori futuristici e innovativi.

“Nike V2” (Sony Music – Epic Records Italy), il primo singolo di Federico Spinas, nuovo volto della scena urban italiana, in feauring con Ossée!. “Nike V2″ è il risultato della sperimentazione musicale dell’artista, che spazia tra Hip Hop e RnB, interfacciandosi con artisti e produttori europei e americani. Il singolo, infatti, vede il featuring del rapper tedesco Ossée! ed è prodotto da un team internazionale che include il tedesco Cryptic, Nami, produttore, sound designer e cantautore multiplatino di Capoverde che ha collaborato con artisti del calibro di Ariana Grande, Bryson Tiller, Amine, YBN Cordae, RUSS, Earthgang, e la cantautrice e produttrice canadese Teddi Jones.

I dischi

È “Materia (Terra)” il nuovo album di Marco Mengoni, disponibile per Epic Records Italy / Sony Music Italy a più di due anni dal successo multiplatino di “Atlantico”. “Materia (Terra)” è l’inizio di un nuovo progetto: Materia, un percorso in tre album che raccontano tre anime differenti, ma complementari, che uniscono le origini di Mengoni, le sue ricerche sonore e la sua attenzione verso la contemporaneità. Tre mondi sonori differenti che rappresentano e raccontano la sua unicità musicale, attraverso la narrazione di ciò che per lui è importante. “Materia (Terra)” è il primo di questi tre album e parte dalle sue radici, da quel passato che ha reso Mengoni la persona che è oggi, da quel contatto che in questi ultimi due anni tanto ci è mancato; un contatto umano e musicale, che passa attraverso i suoi ricordi, gli ascolti e le riflessioni che il cantautore da sempre condivide attraverso le sue canzoni. Il passato si fonde qui con il presente che a volte spaventa, guardando al futuro con ottimismo; le parole raccontano i cambiamenti, la voglia di incontrarsi e fidarsi, la paura, la necessità di perdonarsi, le diverse sfumature dell’amore, fino alla solitudine, che diventa risorsa. “Materia (Terra)” racconta il percorso del cantautore che in maniera inequivocabile dà valore alla riflessione, alla necessità di prendersi il proprio tempo, alla lentezza e alla pazienza. Un’analisi attenta sul mondo che viviamo, sui rapporti umani e sulla necessità di vivere le emozioni a pieno, con onestà e senza paure.

“Volare” è il nuovo album di Coez, disponibile su etichetta Carosello Records a più di due anni da “È sempre bello”. In 13 tracce il cantautore accompagna l’ascoltatore in un percorso fatto di immagini della vita quotidiana, paesaggi urbani, metropolitane, marciapiedi, quartieri, riferimenti alla cultura pop, ma anche di cieli, orizzonti da guardare dai balconi, nuvole che accompagnano i sogni, i ricordi e le malinconie. Nel disco, diverse sono le tracce più intime e ideali per lasciarsi cullare e trasportare, come “Fra Le Nuvole”, “Occhi Rossi”, “Margherita” e “Faccia da Rapina”. Contemporaneamente, per questo nuovo lavoro, Coez si affianca ad alcuni amici della scena rap e urban italiana come Neffa (“Cerchi Con Il Fumo”), Salmo e Massimo Pericolo (“Crack”), Guè e Gemitaiz (“Sesso e Droga”), Noyz Narcos (“Ol’ Dirty”) e il collettivo Brokenspeakers (“Casse Rotte”). La produzione artistica di “Volare” è affidata a Sine, già al fianco di Coez in “Faccio un casino”, e altri produttori tra i più noti della scena urban italian, tra cui Ford78, Dirt O’ Malley, Marz, Zef, oltre che Marco Azara, Ceri e Valerio Smordoni. I brani di “Volare” racchiudono tutto il percorso musicale di Coez dagli esordi a oggi, un viaggio a tappe che ripercorre canzoni e riferimenti che hanno formato il cantautore nel corso degli anni. “Mio fratello è figlio unico”, brano di Rino Gaetano che ha segnato l’infanzia del cantautore, compare con un sample in “Fra le nuvole”, così come un omaggio all’outro di “Born slippy” degli Underworld, brano cult della colonna sonora di “Trainspotting”, è evidente nel finale di “Faccia da rapina”, a chiusura del disco. Non solo influenze musicali, infatti, in “Volare” sono presenti anche richiami a film che hanno influenzato Coez, a partire da “Pulp Fiction” e “L’odio”, entrambi ripresi in “Crack” attraverso famose citazioni dei film. Infine, il cantautore ha voluto ricordare le proprie origini e influenze musicali dei primi anni, a partire da “Wu-Tang”, che dà il nome al brano che apre “Volare” e la presenza dei Brokenspeakers, collettivo romano nato nel 2006 di cui Coez ha fatto parte prima del successo come solista.

Valerio Mazzei si butta a capofitto nella musica e pubblica “Mi odi ma”, per Columbia Records Italy/Sony Music Italy. Non è l’ennesimo singolo da tiktoker per entrare in tendenza sui social network. “Mi odi ma” è un album musicale composto di 10 tracce pop che mirano ad un unico bersaglio: raccontare i sentimenti, attraverso storie personali ma universali, che fanno da specchio alla Generazione Z, che Valerio rappresenta. È un diario intimo fatto di ricordi, sogni, emozioni di un giovane che diventa uomo.

Praino pubblica “Mostri, Civette” (Mamma Dischi – distr. Believe), il suo EP d’esordio. Un disco messo alla luce mentre il mondo esterno – e con esso miliardi di sottili sfoglie della psiche umana – cambia di colpo, nato dalla necessità di riemergere dal guscio emotivo che da sempre incorpora Praino. “Mostri, civette” è un percorso sonoro e narrativo tortuoso ma, allo stesso tempo, comodo e riconoscibile, aspro e dolce come caramelle, fatto di silenzi lunghissimi in solitaria e di un gran casino in giro. Suoni ruvidi e spigolosi, non usuali ma ricercati, che non si perdono in troppe gentilezze. A proposito dell’EP, Praino racconta: “Ogni disco nasce in primis nella mente, da lì passa all’esecuzione pratica, ma prima di arrivarci supera mille filtri e insicurezze, ecco, questo disco nasce da quelle insicurezze, ne trae forza. È stato pensato e suonato in solitaria in una cantina allestita, il tutto è partito dai suoni con i quali sono cresciuto, da batterista e ascoltatore, il grunge, il filone alternativo italiano tutto, e anche la voglia di suonare come le prime volte da ragazzo. Dunque questo percorso sonoro, visivo e narrativo che è stato fino ad ora mio, sta per essere di tutti, ne sono felice”.

Si chiama “Gommapiuma” il nuovo progetto discografico di Giorgio Poi, disponibile per Bomba Dischi / Island Records. L’album, anticipato dai singoli “I Pomeriggi” e “Giorni Felici”, è il terzo disco di inediti che arriva a due anni di distanza dal precedente “Smog”. “Gommapiuma” atterra direttamente dal mondo candito e parallelo di Giorgio Poi, sette tracce in cui la dimensione onirica e sognante del cantautore si interseca a immagini capaci di sintetizzare il reale, la vita quotidiana di cui Giorgio si fa abile regista consegnando la sua versione più poetica della realtà. L’album è un rifugio emozionale, una strada che decomprime le distorsioni e i rumori di fondo per concedersi un viaggio tra le nuvole, atterrando sempre sul morbido. “Gommapiuma” è un disco sospeso, un’altalena che oscilla nel cielo tra il rosa dell’alba e i colori saturi del tramonto. 

nostalgia liquida” (Columbia Records Italy/Sony Music Italy) è il primo EP di Cicco Sanchez. L’artista lo ha anticipato con i singoli “poster”, prodotto da Michelangelo, e “ora o mai più”, nato dalla collaborazione inedita con Casadilego e prodotto da JVLI. All’interno dell’EP c’è anche la collaborazione con Axos per la traccia “pensieri brutti“.

2021-12-06T11:55:00+01:00