Al via a Roma ‘Expo consumatori 4.0 tra etica digitale ed economia circolare’

Tre giorni a Unicusano per parlare di crescita felice e tecnologie eco compatibili

‘Crescita felice’ è tutto ciò che prevede nel concetto di sviluppo l’uso di tecnologie eco-compatibili. Imperativi per la parola ‘futuro’ sono dunque sostenibilità e circolarità. E al centro del discorso, da oggi fino al 17 dicembre, sono soprattutto i consumatori: succede all’Expo Consumatori 4.0, la grande kermesse organizzata da Assoutenti che trova spazio e voce all’Università Niccolò Cusano di Roma e che per l’edizione 2021 prevede anche tavole rotonde, seminari e laboratori in diretta streaming.

L’appuntamento, che ha preso il via stamattina, coinvolge non solo i consumatori ma anche le istituzioni, le authority, le imprese e gli esperti consumeristi. “Il tema della crescita felice- spiega in apertura Furio Truzzi, presidente Assoutenti- è focalizzato sui diversi aspetti della crescita, intesa come sviluppo continuo di nuove tecnologie che rivoluzionano e rivoluzioneranno sempre di più la vita, la quotidianità ed il futuro di ognuno di noi, analizzando come il consumatore si stia adattando all’innovazione e come possa essere artefice di questo cambiamento attraverso il suo modo di comunicare, lavorare, fare acquisti e divertirsi”. “Si tratta di tematiche di grande attualità e di forte impatto sulla vita dei consumatori- aggiunge Fabio Fortuna, Magnifico rettore dell’università Niccolò Cusano- Questo evento è un’occasione per mettere a fuoco diversi aspetti della crescita sempre più caratterizzata da innovazione tecnologica e influenzata dall’esigenza della transizione ecologica”. Il sottosegretario alle politiche Agricole, alimentari e forestali, Francesco Battistoni, ha inaugurato i lavori di Expo Consumatori 4.0 con uno speech intitolato ‘Transizione verde e economia circolare: perché partire dalle risorse agro-alimentari’: “L’agricoltura potrà dare un grande aiuto alla sostenibilità del nostro Paese a partire dalla nuova Pac ‘Farm to fork’ e da tutti quelli che sono gli obiettivi della direttiva sul biologico. Noi ci siamo e stiamo mettendo in campo grandi progetti per andare in questa direzione e finanziamenti da dare ai territori”.

Durante la mattinata sono intervenuti sul tema tracciabilità della filiera alimentare e biodiversità dell’alimentazione anche l’onorevole Gianpaolo Cassese, componente della XIII commissione agricoltura e il colonnello Luigi Cortellessa, comandante carabinieri per la tutela agroalimentare. Entrambi hanno parlato dell’importanza della consapevolezza del consumatore nella ricerca di prodotti sostenibili evidenziando come la tracciabilità dei prodotti si sempre più chiara e facilmente accessibile.

2021-12-15T15:33:25+01:00