Scandalo a corte, Elisabetta II costretta a togliere i titoli a uno dei suoi figli

Al centro della bufera il prediletto della sovrana

Il 2022 di Elisabetta II non sarebbe iniziato senza preoccupazioni. In questi giorni, la sovrana potrebbe essere travolta, di rimbalzo, da uno scandalo di non poco conto che coinvolge uno dei suoi figli, il prediletto della regina. Stiamo parlando di Andrea, il duca di York accusato di stupro da Virginia Roberts Giuffre. Oggi 38enne, la donna ha raccontato di aver subito abusi in tre occasioni quando ancora minorenne.

Il caso, ora al vaglio di un giudice negli Stati Uniti che nelle prossime ore deciderà se far proseguire la causa civile, rientra nel celebre scandalo del milardario pedofilo Epstein, amico dell’erede al trono. In caso si decida per il sì, Andrea potrebbe essere chiamato a fornire i propri alibi e a testimoniare: un’eventualità quest’ultima che finora ha sempre rigettato.

Il principe ha, inoltre, sempre negato i fatti e raccontato alla stampa che, in realtà, non sono mai accaduti. Nei giorni scorsi, è stata condannata al carcere a vita Ghislaine Maxwell, la fidanzata di Epstein colpevole di aver favorito il giro di pedofilia “procurando” le ragazze.  Uno sviluppo che fa tremare il duca di York, il quale ha ereditato il titolo nobiliare dal nonno Giorgio VI.

La difesa di Andrea: “Non sudo”

L’unica teoria di difesa del terzogenito di Elisabetta è stata smontata ben presto. La Giuffre ha raccontato di essere rimasta colpita dal copioso sudore del principe in una delle occasioni citate. Il duca ha contraddetto la donna affermando la sua incapacità a sudare a causa di un trauma subito durante la guerra nelle Falklands. Una tesi non comprovata, poi, con referti medici.

Fuori dalla famiglia reale

Ancor prima degli sviluppi giuridici, le prime conseguenze per Andrea potrebbero arrivare già in famiglia. Secondo quanto riportano i media inglesi, la regina Elisabetta starebbe valutando di spogliare il figlio dei titoli reali ed elimarlo dalle fondazioni di beneficenza che segue. Un’azione simile a quella che ha coinvolto Harry e Meghan, ormai stabili negli Stati Uniti e lontani dalla famiglia reale anche concettualmente.

 

 

2022-01-03T14:58:52+01:00