Addio alla plastica monouso, da oggi la nuova direttiva. Ecco cosa sarà vietato

Banditi gli oggetti non biodegradabili e non compostabili

14 Gennaio 2022

Il 2022 si apre con una svolta green. Da oggi, infatti, entra in vigore la nuova direttiva europea Sup il cui obiettivo principale è quello di ridurre la plastica monouso, quella non biodegradabile e non compostabile.

Addio a piatti, posate e cotton fioc

Tra le principali novità ci saranno il divieto di vendere posate, piatti, cannucce ed altri prodotti in plastica anche “oxo-degradabile” (ovvero le materie plastiche contenenti additivi che attraverso l’ossidazione comportano la frammentazione della materia plastica in microframmenti), i bastoncini cotonati (cotton fioc), agitatori per bevande, aste da attaccare a sostegno dei palloncini, alcuni specifici contenitori per alimenti in polistirene espanso, contenitori e tazze per bevande in polistirene espanso e relativi tappi e coperchi.

Cosa fare con le scorte di plastica monouso?

Le scorte sui prodotti in questione, ricorda Legambiente potranno essere smaltite dai venditori purché possano comprovarne l’effettiva immissione sul mercato in data antecedente al 14 gennaio 2022. Per chi immetterà sul mercato o venderà prodotti non conformi sono previste multe che andranno da 2.500 a 25.000 euro.

“L’entrata in vigore della direttiva Sup anche in Italia è un importante passo avanti e la prima azione green di questo inizio 2022”, ha dichiarato il presidente di Legambiente, Stefano Ciafani. “Non dimentichiamo che il nostro Paese è da tempo all’avanguardia e leader nella lotta alla plastica monouso e nel contrastare il marine litter con norme nazionali, come ad esempio il divieto dei sacchetti di plastica e dei cotton fioc non biodegradabili e non compostabili e il divieto all’uso di microplastiche nei prodotti cosmetici da risciacquo, riprese poi dalla direttiva europea”.

2022-01-14T17:59:07+01:00