Il 18 gennaio il passaggio dell’asteroide ‘gigante’: nessun pericolo per la Terra

Il punto di massimo avvicinamento sarà di 2 milioni di km

È fissato per questa notte il passaggio “ravvicinato” dell‘asteroide gigante 1994 PC1. La roccia spaziale transiterà alla velocità di circa 20 km al secondo e raggiungerà il punto di massimo avvicinamento alla Terra intorno alle 22:50.
Nonostante classificato come ‘potenzialmente pericoloso’, l’orbita dell’asteroide è ben nota e il suo passaggio non comporterà alcun pericolo. Il punto più vicino del suo transito, infatti, sarà di 2 milioni di km, circa 5 volte la distanza Terra-Luna.

L’asteroide ‘gigante’

Scoperto in Australia dal Siding Spring Observatory nel 1994, l’asteroide (7482) 1994 PC1 ha un diametro di oltre 1km ed è classificato dalla NASA come “potenzialmente pericoloso”.

Vengono raggruppati in PHAs (Potentially Hazardous Asteroids) tutti quegli asteroidi di grandi dimensioni (più larghi di 150 metri), catalogati sulla base di parametri che misurano la potenziale minaccia della loro orbita. In particolare, tutti gli asteroidi con una distanza di intersezione dell’orbita minima di 7,479,893 km o meno sono considerati PHA.

Si parla in termini astronomici, dove distanze come queste vengono considerate relativamente “piccole”. Ma si tratta comunque di milioni di km.

Tuttavia, i parametri orbitali dell’asteroide 2001 FO32 sono ben noti e non rappresenta un pericolo per il nostro pianeta.

Ad oggi, sono 2.044 gli asteroidi classificati come PHA (circa il 9% della popolazione totale di quelli vicini alla Terra).

2022-01-18T12:03:48+01:00