Ana Mena: “Sono due anni che provo a entrare a Sanremo, ora eccomi qui”

In gara al Festival di Amadeus con 'Duecentomila ore'

27 Gennaio 2022

A soli 24 anni vanta numeri da record: 36 dischi di platino e 2 dischi d’oro, oltre 5 milioni e mezzo di ascoltatori mensili su Spotify e oltre 1 miliardo e mezzo di visualizzazioni totali su YouTube. Si è fatta conoscere in Italia grazie alle collaborazioni di successo con Fred De Palma, Rocco Hunt e Federico Rossi. Da poco ha pubblicato ‘Musica Ligera’, la versione spagnola del brano sanremese di Colapesce e Dimartino. Lei è Ana Mena e in questi giorni si sta preparando per calcare per la prima volta il palco del Festival di Sanremo (1-5 febbraio), diretto e condotto da Amadeus.Sono due anni che provo a entrare a Sanremo e ora eccomi qui“, ha confessato la giovane cantante in un incontro virtuale con la stampa.

Leggi anche: ANTICIPAZIONI| Sanremo 2022, abbiamo ascoltato i 25 brani in gara: il commento

L’artista spagnola è in gara con il brano Duecentomila ore. “Parla di una storia d’amore che inizia e finisce presto. La melodia è malinconica, in contrasto con una base carica e sensuale“, ha raccontato. La canzone è scritta a sei mani da Rocco Hunt, Zef e Federica Abbate e prodotto da Zef.Rocco è il mio fratello italiano, sono contenta di condividere questa esperienza con lui. Ci siamo conosciuti a una festa di Natale, prima del Covid. Gli ho detto che mi sarebbe piaciuto collaborare con lui– ha raccontato Ana- e così è nata ‘A un passo dalla luna’“. L’artista partenopeo sarà sul palco dell’Ariston con la star spagnola nella serata dei duetti e delle cover. I due porteranno un medleyche unirà più generazioni. Io partirò con ‘Il mondo’, poi Rocco canterà un pezzo inedito su ‘Figli delle stelle’, un brano che mi ha accompagnata in molte vacanze. E finiremo con ‘Se mi lasci non vale’“, ha svelato Ana Mena.

Un traguardo importante per lei, che è cresciuta con la musica italiana e la tradizione del festival, giunto alla 72esima edizione. “Papà purtroppo non sarà con me a Sanremo, a causa del Covid. È stato lui a trasmettermi l’amore per la musica italiana e per il festival“, ha raccontato. “Mamma mi ha fatto conoscere il flamenco, che ho iniziato a cantare all’età di 8-9 anni. Con mio padre, invece, ascoltavamo Mina, i Matia Bazar, i Ricchi e poveri. ‘Canzone per te’ di Sergio Endrigo, ‘La solitudine’ di Laura Pausini e ‘La notte’ di Arisa– ha continuato- sono solo alcuni dei brani sanremesi che più mi emozionano“.

La partecipazione a Sanremo 2022 ha scatenato non poche polemiche per la sua nazionalità:Non mi sono soffermata a leggere molte notizie su questo. Io cerco, e lo farò anche all’Ariston, di omaggiare con profondo rispetto la musica italiana che ha significato tanto per me, mi ha fatta diventare l’artista che sono e, forse, la persona che sono oggi. Inoltre, come da regolamento, io porto un brano italiano, scritto da un team italiano“, ha detto l’artista.

Ana Mena sta lavorando a due album, uno in spagnolo e uno in italiano. Quest’ultimo vedrà la luce quest’anno ma ancora nessuna data ufficiale. “Saranno brani diversi da quelli che avete sentito fino a ora -ha raccontato- mostrerò al pubblico italiano un lato intimo e serio di me che non conosce ancora“.

Tra gli ultimi successi dell’artista c’è Música Legéra. In Spagna il brano ha raggiunto il primo posto su iTunes, il primo posto su Shazam per 40 giorni consecutivi, è stabile da diverse settimane in vetta alle classifiche airplay e sta scalando le classifiche di tutte le principali piattaforme digitali. “Eravamo sul divano io e papà a guardare Sanremo. Quando iniziano a cantare Colapesce e Dimartino io e lui ci siamo subito guardati in faccia e abbiamo esclamato ‘ma è bellissima!’“, ha raccontato la cantante. “Un brano particolare che trasporta negli Anni 70, non potevo stare più di 5 minuti senza ascoltarla. Ne ho parlato con loro perché ho sentito la necessità di far capire nella mia lingua questo bellissimo brano. Loro mi hanno fatto un grande regalo“.

Nella carriera di Ana Mena, però, non c’è solo la musica ma anche la recitazione. Dopo l’esperienza al cinema con Pedro Almodovar ne ‘La pelle che abito’ e in tv con ‘Marisol’, “quest’anno debutto su Netflix nella serie ‘Bienvenidos a Edén’“, ha annunciato la ‘big’ di Sanremo, che ha concluso: “Sono fortunata perché ho sempre lavorato su progetti di cinema e tv legati alla musica, però mi piacerebbe recitare in una fiction italiana“.

2022-01-27T15:14:36+01:00