Quali cause ci sono per queste macchie al posto delle mestruazioni?…

Ho una domanda.. prendo Zoely da 6 mesi e non ho mai avuto irregolarità sulle mestruazioni. Questo mese ho avuto un rapporto completo (giorno 5 Aprile)  e 6 giorni dopo (stesso identico giorno in cui attendevo le mestruazioni) ho avuto solo macchie scarse e marroni. Il giorno dopo solo un episodio di una macchia rosata e poi per il resto della giornata di nuovo marroni sempre pochissime. Queste perdite accompagnate da leggeri crampetti che duravano 10 minuti e che capitavano a distanza di qualche ora l’uno dall’altro. Al termine di queste macchie (7 giorni e mezzo dopo il rapporto) ho fatto un test di gravidanza con esito negativo. Nella stessa settimana del rapporto “a rischio” ho preso solo Bromeda che quindi non credo possa interferire con la pillola.. Ho fatto il test troppo presto? Dovrei ripeterlo? Potrebbe essere una gravidanza? Quali altre potrebbero essere le cause di queste macchie al posto delle mestruazioni?
Grazie in anticipo per la risposta, spero possiate aiutarmi a chiarire i miei dubbi…
Ps. Ho avuto un IVG ad agosto (non so se possa essere utile saperlo)

Anonima


Cara Anonima,
il contraccettivo orale se non vi sono state dimenticanze o episodi di vomito e diarrea nelle prime ore di assunzione ha una efficacia molto elevata e permette di avere rapporti completi senza incorrere in rischi significativi. Nello specifico gli integratori che hai assunto non dovrebbero interferire con la pillola. Per cui non dovrebbero esserci alcun presupposto per una gravidanza. Tecnicamente il test va somministrato il primo giorno del ritardo oppure 12/14 giorni dopo il presunto rapporto a rischio. Il test ci sembra attendibile.
la riduzione del flusso mestruale è quasi fisiologica nel trattamento con la pillola perchè l’endometrio (mucosa uterina che si sfalda durante le mestruazioni) cresce poco, risulta atrofico, poco nutrito ma questo in genere non è un problema. Questo è un evento frequente soprattutto con le pillole a dosaggio molto basso.
Ad ogni modo, la cosa fondamentale è che ci sia un sanguinamento mensile, anche se scarso e di breve durata.  Inoltre ricorda che anche lo stress emotivo è un fattore da non sottovalutare, quando si verifica una situazione di stress infatti vengono prodotti due ormoni il cortisolo e l’adrenalina che ci consentono di far fronte a una situazione di emergenza. Se la situazione si prolunga la reazione “ormonale” di allarme va ad influenzare l’ipotalamo, dove risiedono anche le strutture di controllo ormonale del ciclo.
Ti consigliamo di stare tranquilla, di monitorare la situazione ed eventualmente di comunicare al tuo ginecologo la significativa riduzione del flusso, così con lui potrai valutare la possibilità di fare delle analisi di approfondimento e valutare la possibilità di cambiare o meno il dosaggio ormonale della pillola. 

2022-04-21T10:59:21+02:00