Indietro

Contest Giornalisti in erba

La partecipazione è completamente gratuita.

Ogni studente, o classe, può aderire al contest senza alcun limite di invio dei contributi.

Modalità di partecipazione

Per partecipare è necessario che ogni istituzione scolastica sia registrata al giornale on line “La scuola fa notizia. Se i giovani la scrivono i giovani la leggono” (lascuolafanotizia.diregiovani.it).

Possono iscriversi tutte le scuole di ogni ordine e grado accedendo alla piattaforma e compilando il form di iscrizione. Una volta compilato, la redazione provvederà ad accettare la richiesta e verrà inviata una mail con le credenziali (nome utente e password).

Le scuole già iscritte possono utilizzare le credenziali già in loro possesso.

Attraverso la piattaforma è possibile pubblicare articoli, foto, video, disegni realizzati dai ragazzi, in questo modo contribuirete a realizzare le edizioni mensili del giornale on line interamente composto dagli articoli delle redazioni scolastiche di tutta Italia.

Modalità di svolgimento e premiazione

Il concorso avrà cadenza bi-mestrale. Ogni due mesi (in particolare a novembre, gennaio, marzo, aprile) verranno proposti due argomenti sui quali lavorare.

Per ogni argomento potranno essere pubblicati articoli, video, fotografie, poesie, racconti e disegni.

Ogni studente o gruppo di studenti potrà quindi decidere uno o entrambi i temi proposti.

Ogni scuola può partecipare più volte.

Al termine di ogni scadenza verrà comunicato il vincitore per la scuola primaria e secondaria di primo grado e un vincitore per la scuola secondaria di II grado. I lavori vincitori verranno diffusi attraverso i canali dell’agenzia Dire e i premi verranno consegnati durante l’evento La creatività fa scuola organizzato ogni anno nel mese di novembre.

Primo contest: 24 novembre 2017 – 31 gennaio 2018

Il contest è attivo dal 24 novembre 2017 al 31 gennaio 2018.

Ogni studente, o classe, può aderire al contest senza alcun limite di invio dei contributi.

Ogni studente o gruppo di studenti potrà quindi decidere uno o entrambi i temi proposti.

Ogni studente o gruppo di studenti può partecipare articoli, video, fotografie, poesie, racconti e disegni.

Temi da sviluppare:

  1. Racconta una storia. Fare giornalismo significa raccontare. I giornalisti raccontano storie, come osservatori della realtà, come mediatori tra ciò che accade nel mondo e i cittadini, attraverso le parole e le immagini. Raccontare le storie significa dare spazio a ciò che ci sta intorno, non solo alle cosiddette cattive notizie ma anche alle belle notizie, non solo alle grandi storie ma anche alle piccole realtà quotidiane che riguardano ciascuno di noi. Potete raccontare una storia di cui siete protagonisti o spettatori, una storia che parli della vostra scuola, del vostro quartiere o della vostra città.

  2. Un anno di eventi. Il 2017 sta per concludersi. E’ stato un anno ricco di grandi e piccoli eventi che hanno lasciato il segno. Racconta quello che più ti ha colpito.


 

Privacy e liberatoria
Gli elaborati multimediali prodotti (foto e video) dovranno essere corredati dal consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 e della liberatoria all’utilizzo del materiale a scopo divulgativo da parte degli autori (ovvero del genitore in caso di minorenne). Il consenso al trattamento dei dati e la liberatoria potranno rimanere agli atti della scuola senza obbligo di invio alla Redazione Diregiovani.

Questioni legali ed etiche
Qualsiasi notifica relativa ad eventuali variazioni sul regolamento verrà pubblicata sul sito web del concorso e sarà valida dalla data della pubblicazione. Tutti i partecipanti devono seguire gli accordi europei sui diritti d’autore. I partecipanti nell’inviare le foto dichiarano di essere gli autori delle foto e come tali di essere i titolari dei diritti esclusivi sui medesimi e di aver ottenuto il consenso alla pubblicazione da parte di eventuali soggetti terzi presenti nelle foto. I partecipanti accettano altresì di non pubblicare qualsiasi tipo di materiale protetto da “copyright” a meno che i diritti di autore non gli/le appartengano. In ogni caso Diregiovani non potrà essere ritenuto responsabile, direttamente ed indirettamente, nei confronti degli utenti e in generale di qualsiasi terzo per eventuali ritardi, imprecisioni, errori, omissioni, danni (diretti, indiretti, conseguenti, punibili e sanzionabili) derivanti dai suddetti contenuti. I contributi inviati non devono contenere affermazioni, fatti, informazioni o citazioni che possono nuocere o danneggiare persone o gruppi di persone o incoraggiare la persecuzione di individui per razza, opinione, nazionalità, sesso, professione o credo. Non devono altresì incoraggiare il crimine o l’infrazione della legge.

Squalifica del progetto
Diregiovani può decidere di squalificare un progetto se questo non è stato presentato entro il termine di scadenza, se l’iscrizione è stata effettuata in modo parziale o se il progetto infrange qualsiasi regola della sezione “Questioni legali ed etiche”.

Diritti di riproduzione
Tutti gli elaborati inviati diventano di proprietà di Diregiovani che ha il diritto di migliorare, rivedere, ampliare, modificare e riprodurre il materiale ricevuto.

Finalità del portale diregiovani.it
Il concorso è parte dei progetti realizzati da diregiovani.it, per valorizzare la creatività dei giovani, le loro proposte e opinioni. Il concorso mira a contribuire alla diffusione di tutte le potenzialità insite nel mondo giovanile alle quali non viene data la giusta visibilità tentando in tal modo di costruire un modello di riferimento positivo che abbia come obiettivo quello di rendere i giovani consapevoli e artefici del loro futuro. Il portale diregiovani.it diviene così un grande “contenitore” di idee e contributi originali tra i quali, ogni anno, vengono individuati spunti di riflessione e argomenti di discussione – oggetto di approfondimento e dibattiti nel corso di eventi pubblici, manifestazioni e momenti di incontro tra studenti e mondo degli adulti – e tutti i migliori elaborati vengono premiati. Tutti i premi sono simbolici e hanno, dunque, valore di riconoscimento del merito personale e di incoraggiamento alla diffusione di un modello virtuoso tra i ragazzi. Le attività promosse dal portale diregiovani.it sono state accolto con grande favore non solo dai giovani ma anche dalle istituzioni, territoriali e nazionali, tanto che le attività pubbliche realizzate vengono patrocinate, tra gli altri, da Camera dei Deputati, Senato della Repubblica, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Regione Lazio, Comune di Roma e da numerosi ministeri quali il Ministero della salute e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.