CONDIVIDI
Indietro

La maggior parte dei Britannici si sente ‘triste e depressa’ senza il proprio smartphone

8 febbraio 2016

cellulareRoma – Secondo una ricerca, per i Britannici la frustrazione di stare per un intero giorno senza il proprio cellulare è più grande rispetto alla possibilità di non parlare con il proprio partner per più di 24 ore. Più della metà (58%) degli Inglesi, non riesce a stare per più di un giorno senza controllare il proprio cellulare, mentre solo il 28% non potrebbe resistere senza parlare con il proprio partner per più di 24 ore, secondo quanto riportato dal Nationwide Building Society’s FlexPlus Current Account. Quando si svegliano la mattina, il 53% delle persone ammette di controllare il telefono prima di parlare con il partner. Potendo scegliere, il 42% delle persone preferirebbe dimenticarsi il proprio anniversario, piuttosto che perdere il cellulare.

La ricerca è stata condotta su 2000 persone in Inghilterra che sono in una relazione stabile e posseggono uno smartphone. I due terzi (66%) ammette che si sentirebbe perso, triste, stressato o ansioso senza il proprio smartphone. Con il San Valentino alle porte, le ricerche hanno scoperto che le persone spendono circa tre ore e mezza al giorno a chattare con il proprio partner – ma solo ¼ (24%) ha ammesso di prestare completamente attenzione a tutto quello che legge. Il resto, ha ammesso di usare Internet, messaggiare e controllare i social media nello stesso momento. Molte persone portano il proprio cellulare con loro per tutta la casa, a letto e al bagno – con alcuni di loro che ammettono di controllare il cellulare anche quando sono sotto la doccia.

Fonte BT.com