fotogallery

Un mondo senza password per Apple

iphoneImpronte digitali al posto delle password.
E’ questo lo scopo di Apple, che presto potrebbe sostituire il classico codice di sicurezza con una tecnologia più avanzata anche su MacOs.
La società di Cupertino ha introdotto il Touch ID sull’iPhone 5s nel 2013, e da allora gli scanner d’impronte sono diventati comuni su altri dispositivi top di gamme delle altre aziende i-tech.
Ma è davvero la mossa giusta?

Secondo la maggior parte degli esperti i lettori di impronte digitali potrebbero ridurre drasticamente i crimini informatici.
Sempre più spesso e con molta facilità i cybercriminali riescono a mettere mani sulle password di milioni di utenti, mettendo a rischio la privacy, i dati sensibili e nel peggiore dei casi, anche il denaro.

Secondo i rumors, Apple starebbe quindi pensando di eliminare le password anche dal Mac, connettendo il Touch ID dell’iPhone  via bluetooth. O tramite un Apple Watch.
Certo, il problema nascerebbe quando l’utente ha sole il computer e non altri dispositivi della mela morsicata.

E non sarebbe la prima.
Già Microsoft ha introdotto un sistema di lettura impronte digitali su pc e Surface di ultima generazione con Windows 10.
Tra i colossi i-tech, anche Amazon e Google stanno lavorando per l’abolizione della password introducendo riconoscimento vocale o facciale.

Per saperne di più bisognerà aspettare la WWDC, conferenza degli sviluppatori di Appler che si terrà tra il 13 e il 17 giugno.