fotogallery

Alessia Ameri, la pallavolista modella conquista Milano

alessia-ameriROMA – Alessia Ameri conquista Milano sfilando per la stilista ethno-chic Giuliana Cella.
Foggiana, classe ’85, con i suoi 31 anni ha raggiunto un doppio successo professionale, come pallavolista e come modella.
Oggi taglia un nuovo traguardo, quello di calcare le passerelle di Milano con una collezione a lei ispirata.

Per l’occasione Alessia ha rilasciato un’intervista a La Stampa, dove spiega la grande opportunità del mestiere di modella, il suo amore per la pallavolo, e le “ingiustizie mediatiche” subìte quando la sua storia divenne pubblica.
Alessia Ameri ha la sindrome di Morris, “delle belle donne” o femminizzazione testicolare, come la si vuole chiamare.

“Una violenza inaudita”, racconta Alessia parlando dei media che l’hanno “costretta” a parlare della sindrome “anche se non avrei mai voluto”.
“Non sono forte, piango tutti i giorni”.
Anche la sua vita sportiva è stata compromessa, “quando entro in campo mi sento gli occhi addosso”, racconta, fresca di medaglia di bronzo vinta al torneo di Beach Volley di Bibione.
La sua esperienza porta alla memoria il suicidio di Tiziana Cantone, morta per il linciaggio mediatico subito da due anni a questa parte.
“Capisco, i social sono portatori di falsità con una violenza che travolge ogni sensibilità”.

L’intervista completa su La Stampa.

La Sindrome di Morris

La sindrome di Morris è una condizione che si verifica con lo sviluppo di caratteri tipicamente femminili in individui che sono in realtà geneticamente uomini, con corredo cromosomico 46,XY.

Chiamata anche “sindrome delle belle donne”, o più correttamente sindrome da insensibilità agli androgeni, la condizione non si manifesta nell’esteriorità.
Gli individui con sindrome di Morris hanno un aspetto femminile, ma sviluppano le gonadi (testicoli) in una zona interna dell’addome.
I soggetti presentano anche assenza di utero, di tube di Falloppio e di ovaie e ridotta dimensione del canale vaginale.

La sindrome viene scoperta soprattutto in età adolescenziale a causa di amenorrea.
La mancaza di mestruazioni, infatti, è uno dei pochi sintomi percettibili.

Le persone affette dalla sindrome di Morris sono dal punto di vista anatomico e legale delle donne.