salute

Depilarsi può portare a conseguenze inaspettate

cerettaRoma – Un’ultima ricerca, ha dimostrato che radere i propri peli pubici espone maggiormente chi lo fa, alla contrazione di malattie sessualmente trasmissibili. Secondo quanto pubblicato nella rivista ‘Sexually Transmitted Infections’, le persone che radono i propri peli pubici, hanno l’80% in più di possibilità di contrarre una malattia sessualmente trasmissibile rispetto a coloro che non lo fanno.

I ricercatori, hanno interrogato 7,580 adulti riguardo le proprie abitudini ‘estetiche’. Ai partecipanti, è stato inoltre chiesto se avessero contratto in passato malattie sessualmente trasmissibili. I tre quarti dei partecipanti – tra cui il 66% degli uomini e l’84% delle donne – hanno ammesso di radersi regolarmente. E il 13%, ha affermato di aver contratto almeno una malattia sessualmente trasmissibile.

Lo studio, ha dimostrato che le associazioni positive tra radersi e aver contratto una malattia sessualmente trasmissibile, erano maggiori tra coloro che avevano ammesso di essere eccessivamente attenti alla rasatura dei peli pubici – cioè coloro che rimuovevano tutti i propri peli pubici più di 11 volte l’anno – e coloro che erano ossessionati dai peli delle parti basse – cioè coloro che ammettevano di radersi tutti o quasi tutti i giorni. L’autore dello studio, ha affermato che la rasatura può portare a ‘microlacerazioni’, che possono aumentare esponenzialmente la possibilità di contrazione di malattie sessualmente trasmissibili.

Fonte metro.co.uk