fotogallery

“Sei tu in questa foto?”, attenzione al nuovo virus di Facebook

virus di facebookROMA – Se il virus non vuoi beccare sul link NON devi cliccare
Con un post la polizia di Stato segnala tramite la pagina Facebook Una Vita da Social una nuova minaccia “virale”.
“Il virus in questione si diffonde tramite un messaggio ingannevole: “Sei tu in questa foto?”Non apritelo!”, si tratta, infatti di un altro virus di Facebook.

“Sei tu in questa foto?” il nuovo virus di Facebook

“Sembrerà un normale messaggio ricevuto da uno dei vostri contatti che rimanderebbe a un innocente link di Youtube. In realtà, è una trappola utilizzata per invogliare gli utenti a cliccare. Basta un click e il virus si diffonderà ai vostri contatti attraverso il vostro account”.

Il consiglio, come sempre, è ancora lo stesso: non aprite MAI link ambigui, che si tratti di Facebook, WhatsApp e altri servizi. Anche se il messaggio proviene da un contatto conosciuto.
Il web è una vera e propria “rete”: se non si fa attenzione si rischia di essere catturati nella trappola del ragno.

Non è la prima volta che dietro un link pubblicato su Facebook si nasconda un virus o, peggio ancora, una truffa.
Il caso più celebre è quello dei “10 cani più belli del mondo”, un link truffa che, se aperto, attiva un servizio telefonico giornaliero da 5 euro al giorno.
Lo stesso tranello si nasconde dietro ai vari “10…”, come  “I 10 ABITI DA SPOSA PIÙ BELLI”, “10 foto di donne che hanno rinunciato alla ceretta”, “Le 10 città italiane più belle”, “I 10 uomini più belli del mondo”, e così via.

Proteggersi da Facebook: i consigli

Come fare allora?
E’ lo stesso Facebook a dare 10 consigli sulla sicurezza del social.
Un decalogo indispensabile per proteggersi dai rischi di FGacebook stesso.

Protezione. Il primo consiglio sembra banale ma non fa mai male ribadire certe cose. Una password sicura è il primo passo quando si vuole proteggere il proprio Facebook. Importante è non usare la propria chiave di accesso in altri siti online o applicazioni. Poi, più la password è difficile da indovinare più saranno rari i furti.

Una password per ogni app.  Per evitare di usare la password di accesso anche per altre applicazioni è possibile generarne una per ogni app che si utilizza attraverso l’accesso a Facebook. Per farlo basta selezionare dalla piccola freccia in alto a destra dello schermo Impostazioni > Impostazioni di protezione > Password per le applicazioni.

Privacy check. Una volta che la password è stabilita va fatto anche il ‘Controllo della Privacy’. Cliccando sul lucchetto in alto a destra dello schermo, in tre rapidi passaggi si può controllare la visibilità post (tutti, amici o liste da te personalizzate), le app che utilizzate e la privacy delle informazioni chiave del profilo (città, contatto telefonico, data di nascita e indirizzo mail).

Tag. Facebook offre la possibilità di controllare i contenuti in cui si viene taggati prima che questi compaiano sul tuo profilo. Per impostare questa opzione, basta andare nelle Impostazioni > Privacy > Controlla i post in cui sei taggato.

Scegli chi può trovarti. Per non dover rifiutare o lasciare in attesa richieste d’amicizia, è possibile anche scegliere chi può trovarci. Basta cliccare sulla piccola freccia in alto a destra dello schermo > Impostazioni > Privacy > Chi può contattarmi? e da qui impostare il filtro che permette di decidere chi può inviare richieste d’amicizia e chi no (tutti o gli amici dei tuoi amici). In questa sezione, inoltre, si può stabilire chi può inviare richieste di amicizia e tramite l’indirizzo mail o il numero di telefono.

Perdi altri 10 minuti e continua la messa in sicurezza del tuo profilo Facebook

Hai chiuso tutto? Essere sicuri di non aver lasciato una scia di accessi aperti su diversi dispositivi è essenziale per potersi godere la tranquillità delle vacanze senza pensare a chi potrebbe curiosare nel computer lasciato a casa o in ufficio. Nella sezione ‘Impostazioni di protezione’, basta selezionare la voce ‘Dispositivi da cui hai effettuato l’accesso’ e terminare la sessione di quelli che non si vogliono lasciare aperti.

Pulizia. Facebook permette di rivedere i browser e le applicazioni tramite cui si è effettuato l’accesso, dando la possibilità di rimuovere quelli che non si stanno utilizzando. Per trovare la sezione ‘I tuoi browser e le tue applicazioni’ è sufficiente cliccare sulla piccola freccia in alto a destra dello schermo > Impostazioni > Impostazioni di protezione.

Controllo degli accessi. Anche in vacanza Facebook vuole assicurarsi che nessun estraneo entri in profili che non gli competono. Per questo permette di ricevere una notifica o un’email di avviso quando qualcuno accede al proprio account da un dispositivo o browser non riconosciuto. Basta andare nelle ‘Impostazioni di protezione’ del tuo profilo e cliccare su ‘Avvisi di accesso’.

Doppia protezione. Si può rendere il profilo ancora più sicuro impostando un codice di sicurezza che si riceverà direttamente sul cellulare. Per farlo, bisogna cliccare su ‘Impostazioni di protezione’ > Approvazione degli accessi e spuntare la casella ‘Richiedi un codice di sicurezza’.

Registro Attività. A tutto c’è rimedio. Se si è messo un like che non si voleva mettere in realtà basta andare su ‘Registro Attività’, cliccando in basso a destra nell’immagine di copertina. Il registro tiene traccia di tutte le attività svolte su Facebook: le notizie e le foto in cui si è taggati, le amicizie strette, i like e i commenti postati. Da qui, inoltre, si può decidere se rimuovere i tag, i like o eliminare i commenti. Inoltre cliccando il bottone accanto a ‘Registro Attività’ si può accedere alla sezione ‘Visualizza come…’ che consente di vedere l’aspetto del proprio diario per il pubblico o per un amico specifico, potendo così analizzare nel dettaglio i post visibili e decidere se modificare ulteriormente le opzioni della privacy.