Ho un ritardo del ciclo di 8 giorni ho accusato dolori di pancia e nausea…

Sapete dirmi cosa può essere se sono incinta o meno come devo comportarmi i dolori di pancia c’è li o mal il ciclo non arriva.

Ciao ho avuto un rapporto col mio ragazzo coperto  anche essendo coperto lui è venuto ugualmente fuori per sicurezza. Adesso ho un ritardo del ciclo di 8 giorni ho accusato dolori di pancia,  mal di testa e una mattina anche la nausea . Un altra mattina sono fuori uscire macchie rosa chiaro e poi sono scomparite o anche sintomi di stanchezza . Sono molto preoccupata o fatto un test di gravidanza di pomeriggio ed è risultato negativo. Sapete dirmi cosa può essere se sono incinta o meno come devo comportarmi i dolori di pancia c’è li o mal il ciclo non arriva.  Cosa può essere??Grazie

Bambola, 22 anni


Cara Bambola,
da quello che ci racconti non ci sono i presupposti affinchè si instauri una gravidanza, in quanto il rapporto è stato protetto, non vi è stata alcuna eiaculazione interna. Quindi puoi stare tranquilla.
Il ritardo del ciclo potrebbero essere legati anche a fattori diversi come diete drastiche, fisiologiche oscillazioni ormonali ma anche stress fisici ed emotivi. Considera infatti che quando si verifica una situazione di stress vengono prodotti due ormoni il cortisolo e l’adrenalina che ci consentono di far fronte a una situazione di emergenza. Se la situazione si prolunga la reazione “ormonale” di allarme va ad influenzare l’ipotalamo, dove risiedono anche le strutture di controllo del ciclo mestruale. Ciò può causare un blocco dell’ovulazione, o un’alterata produzione del progesterone, per cui le mestruazioni possono presentarsi in anticipo, o ritardare, saltare completamente, o presentarsi con fenomeni di spotting, cioè perdite scarse e scure.

Il test per essere affidabile deve essere somministrato o dal primo giorno di ritardo oppure dopo 12/14 giorni dal presunto rapporto a rischio, per cui hai effettuato il test nei tempi e modalità corrette.
Immaginiamo che sia davvero difficile sostenere questa preoccupazione, ma da quanto ci hai raccontato non sussistono rischi di gravidanza. I dolori potrebbero anche essere legati alla preparazione del corpo al ciclo oppure come accennavamo prima legati a forti preoccupazioni.
Se può esserti maggiormente di aiuto puoi confrontarti con la tua ginecologa si fiducia, magari un confronto vis a vis può essere di maggiore chiarimento avendo la ginecologo a disposizione anche strumenti di approfondimento diagnostici che ti daranno delle risposte più oggettive.
Coraggio, siamo sicuri che a breve arriverà il ciclo.
Un caro saluto!