tech

Unicode sforna nuove emoji ma resta “bloccata” la condom emoji

nuove emojiROMA – Nuove emoji, per la precisione 239, sono pronte a sbarcare sugli smartphone e i tablet di milioni di persone. “Faccine” nuove per animare le conversazioni ed esprimere sentimenti, cose da fare e interessi tra i più vari.

Nuove emoji, dagli animali al cibo passando per l’uomo con la barba

A molti possono sembrare inutili ma è innegabile che le emoji e le gif animate hanno trasformato le conversazioni umane ai tempi della tecnologia. Una sola faccina basta per esprimere stati d’animo più di mille parole. Un modo semplice e veloce per comunicare la propria allegria, tristezza, rabbia o anche solo per dire all’interlocutore “sono intento a…”. Prima erano solo gli “smile” di un bel colore giallo per sentirsi tutti uguali. Sono arrivate poi le personalizzazioni di razza, di religione e, infine, anche quelle di genere. Una varietà in grado di accontentare proprio tutti. La produzione continua di emoticon, o meglio emoji, significa, però, che gli utenti non sono ancora soddisfatti e sono ancora alla ricerca delle “faccina” utile in ogni occasione possibile della giornata.

Nuove emoji, Unicode ne sforna 239 inedite

La nuova infornata di emoji arriva direttamente dall’Unicode Consortium. L’Unicode è una società senza scopo dinuove emoji lucro dedicata allo sviluppo, al mantenimento e alla promozione di standard e dati di internazionalizzazione del software. Lo Standard Unicode si occupa, tra le sue varie attività, anche dell’approvazione delle nuove emoji. Non tutte le “figure” possono diventare emoji standardizzate. Queste, ad esempio, non possono essere offensive o volgari. Con lo standard Unicode 10.0, rilasciato ieri, saranno ben 239 le nuove emoji approvate. Tra queste la mamma che allatta, l’uomo con la barba e, ancora, il T Rex e i vampiri. Ampia la gamma del cibo, da quello cinese ai broccoli, e delle attività sportive. Ecco il video pubblicato con tutte le novità dell’emoji 5.0.

Nuove emoji, lo strano caso della condom emoji

Unicode non ha, ancora, autorizzato la pubblicazione e diffusione di una particolare emoji, la condom emoji. Questa particolare immagine è stata più volte sollecitata da una nota marca di preservativi, la Durex. Azienda che lo scorso anno ha anche lanciato la campagna social con l’hashtag #CondomEmoji. Oggi la Durex torna all’attacco e lo fa con un breve video disponibile su Youtube. Occasione del rilancio il meeting dell’Unicode Consortium a San Josè in California.