spettacolo

Wonder, al cinema la forza di un bambino contro il bullismo

wonder al cinemaROMA – Una storia commovente e allo stesso tempo di coraggio. È Wonder, al cinema dal 21 dicembre distribuito da 01 Distribution e prodotto da Lionsgate e Mandeville films.

Presentato in anteprima ad Alice nella città – sezione autonoma e parallela della Festa del Cinema di Roma, il film racconta la coinvolgente storia di August Pullman, detto Auggie, che, nato con una rara malattia, si trova ad affrontare il mondo della scuola per la prima volta. Il film, che Diregiovani ha visto al cinema The Space di Roma in anteprima, è tratto dai fatti accaduti realmente a August “Auggie” Pullman e raccontati nel libro omonimo di R.J. Palacio.

Wonder: la gentilezza arma per combattere il bullismo

Come sarà accettato dai compagni e dagli insegnanti? Chi sarà suo amico? Questi sono gli interrogativi che Auggie e la sua famiglia si trovano ad affrontare il giorno prima dell’inizio delle lezioni. Auggie, apparentemente diverso, è un bambino come tutti gli altri. La sua condizione, però, gli è da ostacolo in un mondo che vive di apparenze. Un tema molto attuale che, anche in questi giorni, è balzato alle cronache di tutto il mondo per la storia di Keaton Jones, ragazzino di 11 anni di Knoxville bullizzato quotidianamente dai compagni di classe. Keaton, con sincerità, ha raccontato la sua esperienza in un video diventato virale. Un coraggioso sforzo per sensibilizzare sul tema.

L’amore della meravigliosa famiglia di Auggie, una grande dose di coraggio e la sua travolgente gentilezza lo aiuteranno a trovare il suo posto nel mondo e nel cuore dei compagni di scuola. Gentilezza che è il punto focale del film. Insegnarla diventa allora fondamentale per abbattere ogni barriera. Nel film lo si sottolinea più volte: “Se potete scegliere tra essere giusti e essere gentili, siate gentili”. Un concetto molto caro anche all’autrice del libro best seller R.J. Palacio: “Abbiamo dentro di noi, come essere umani, non solo la capacità di essere gentili, ma la scelta reale della gentilezza”.

Nonostante le difficoltà, Auggie cerca sempre di non abbattersi e il finale lo dimostra. Wonder insegna così a cambiare prospettiva, a guardare il mondo che ci circonda con occhi nuovi. Possibilmente quelli di Auggie. La pellicola è uno specchio della società di oggi. Uno sguardo allargato su cosa significa essere umani e del peso che le nostre parole possono avere nella vita degli altri. Un film da vedere – con fazzoletti a portata di mano – e magari rivedere per il suo messaggio che è forte e chiaro, specialmente di questi tempi.

Wonder, un cast da Oscar

Julia Roberts e Owen Wilson danno il volto a Isabel e Nate, i genitori di Auggie mentre Jacob Tremblay, il cui nome è ormai famigliare per la sua magistrale interpretazione del piccolo Jack accanto a Brie Larson in Room, interpreta August Pullman. In Wonder, l’undicenne regala un’altra interpretazione da grande attore. Emozionante dall’inizio alla fine e capace di non oscurare gli attori che gli stanno accanto. Il merito va anche al premio Oscar Julia Roberts e a Owen Wilson che non sbagliano mai un colpo. Da tenere d’occhio anche l’emergente Isabella Vidovic, 16enne che interpreta la sorella di Auggie.

Nel cast anche Mandy Patinkin (Homeland), Daveed Diggs e, la tre volte candidata all’Oscar, Sonia Braga. Poi Ali Liebert e Daveed Diggs.

VOTO: 5/5