“Il suicidio non è uno scherzo”: YouTube si schiera contro Logan Paul

logan paulROMA – Dopo la lunga polemica che ha visto protagonista Logan Paul, anche YouTube ha preso una posizione.
La piattaforma di streaming, proprietà di Google, ha deciso di prendere provvedimenti dopo il video pubblicato dal popolare youtuber, che includeva le immagini di una presunta vittima di un suicidio in Giappone.
Il video è stato rimosso poche ore, quando ormai milioni di persone avevano già visto e commentato le immagini.
Come “sanzione”, Paul è stato rimosso da Google Preferred, un servizio che offre agli inserzionisti l’accesso ai migliori e più popolari contenuti di YouTube.
La compagnia ha anche deciso che lo youtuber non parteciperà alla quarta stagione della serie originale di YouTube “Foursome”.

Con una lettera aperta, pubblicata su Twitter, YouTube spiega la sua decisione:

“Molti di voi si sono sentiti frustrati dalla nostra recente mancanza di comunicazione. Avete ragione. Meritate di sapere cosa sta succedendo. Come molti altri, siamo rimasti sconvolti dal video che è stato condiviso la scorsa settimana. Il suicidio non è uno scherzo, né dovrebbe mai essere una forza trainante per le visualizzazioni. Come Anna Akana ha detto perfettamente: “Quel corpo era una persona amata da qualcuno, non entri in una foresta dei suicidi con una telecamera e rivendichi la consapevolezza della salute mentale”.

“Il canale ha violato le nostre linee guida della community, abbiamo agito di conseguenza e stiamo esaminando ulteriori provvedimenti. Ci è voluto molto tempo per rispondere, ma abbiamo ascoltato tutto ciò che avete detto. Sappiamo che le azioni di un creatore possono influenzare l’intera comunità, quindi avremo molto altro da condividere presto sulle scelte che stiamo prendendo per garantire che un video come questo non sia mai più diffuso”.

Il video di Logan Paul

Il video incriminato è parte di una serie di clip girate da Logan Paul in Giappone e pubblicate sul popolare canale dello youtuber che conta all’attuale oltre 15 milioni di iscritti.
Il giovane si è diretto con una telecamera nella foresta di Aokigahara, nota tristemente come “foresta dei suicidi” per il gran numero di persone che ogni anno la scelgono come luogo per togliersi la vita. Dal 1971, le autorità hanno rimosso 100 corpi all’anno da Aokigahara, rendendola così il secondo posto al mondo più popolare per il suicidio, dietro il Golden Gate Bridge di San Francisco.

Nel video pubblicato da Logan Paul, lo youtuber entra con una guida all’interno della foresta. Poi il filmato si blocca e riprende con l’annuncio di Logan che avvisa agli spettatori di aver appena rinvenuto un corpo. Seguono poi le immagini shock.

Il web è insorto contro la scelta dello youtuber di pubblicare quelle immagini.
Così, poche ore dopo, il video è stato rimosso dal canale. A poco sono valse le scuse di Logan.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it