La storia di Picasso, il cane sfortunato picchiato e gettato in strada

La storia di Picasso, il cane sfortunato picchiato e gettato in strada

ROMA – E’ in cerca di una casa e di un po’ di amore Picasso.
Un cane sfortunato, che in 8 anni di vita non ha mai conosciuto l’affetto e il calore umano.
La sua storia la racconta l’associazione La Colombina Onlus, con un accorato appello per trovargli una famiglia.

La storia di Picasso

Il suo padrone era un cacciatore.
Picasso è stato preso per uno scopo ben preciso, dunque, che spesso non sapeva portare a termine.
Ogni volta che sbagliava veniva picchiato. Così forte che ancora oggi molte fratture saldate male in tutto il corpo e il muso rimasto storto da un osso che non si è più raddrizzato.
Ha perso anche mezzo orecchio durante una battuta di caccia.
Quando invecchiato, magro e stanco non poteva più soddisfare le aspettative del suo padrone è stato buttato in strada, come un oggetto.

Picasso è stato salvato dalla strada, ma passa le sue giornate chiuso in un box, da solo, in attesa di una casa. E di amore.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it