The Kissing Booth, il libro che ha ispirato il film di Neftlix

Disponibile dal 18 maggio

ROMA – Dopo aver affascinato 19 milioni di lettori nel mondo, The Kissing Booth arriva su Netflix  con un film che promette altrettanti fan. La storia originale è scritta da Beth Reekles, arriva ora anche in Italia. 

L’autrice ha iniziato a scrivere The Kissing Booth a soli 15 anni, caricandolo un capitolo dopo l’altro su Wattpad, dove è nata una community di fan che le chiedeva di continuare a scrivere.

Grazie a The Kissing Booth (edito in Italia da DeA Planeta), Beth è stata finalista del premio Women of future Young Star nel 2013 e ha ricevuto il premio Queen of Teen nel 2014.

Sempre nel 2013 è stata nominata dal “Time Magazine” come sedicesima teenager più influente e discussa al mondo e nel 2014 dal “The Times” al sesto posto della lista delle Top 20 under 25. Da allora Beth si è laureata in fisica ed è diventata un’autrice di successo. Un riscontro che ha convinto Netflix a farne un film appunto. 

Il libro sarà disponibile dal 18 maggio.

La trama

Rochelle ha 17 anni, è bella, popolare, brillante. È circondata di amici ma non è mai stata baciata. Non ha mai avuto un fidanzato, solo cotte per tipi sbagliati, bad boy di cui le era impossibile innamorarsi davvero.

E Noah non fa eccezione. Anche lui è inaffidabile, tenebroso, irritante. E con le ragazze vuole solo divertirsi. Rochelle non ha alcuna intenzione di cedere al suo irresistibile fascino. Perché lui non è quello giusto. Glielo ripete di continuo anche Lee, il suo migliore amico, l’unica persona a cui Rochelle non potrebbe mai rinunciare. Ma il fatto che Lee sia il fratello di Noah complica ogni cosa. Soprattutto quando Lee scopre un segreto, un segreto inconfessabile che non può condividere con Rochelle.