Glamping, vacanza all'aria aperta tra glam e green

Glamping, vacanza all'aria aperta tra glam e green

Il campeggio chic per connettersi alla natura e vivere esperienze fuori dal tempo con tutti i comfort delle strutture a cinque stelle

Roma – È finita l’era del campeggio fai da te o, meglio ancora, si è aperto da ormai qualche anno un nuovo scenario che coniuga la vita all’aria aperta con il comfort dei grandi alberghi di lusso. Stiamo parlando del “Glamping”, tendenza nata nel Nord Europa che oggi sta rapidamente conquistando ogni angolo del mondo. Una scelta di viaggio chic e allo stesso tempo green capace di soddisfare gli esploratori più avventuruosi e i turisti più esigenti.
Ma, come suggerisce il neologismo che unisce alla parola glamour quella di camping, stiamo parlando di un tipo di turismo che tocca spesso cifre esorbitanti: un’esperienza indimenticabile in una casa scavata in un albero o in una tenda riscaldata e dotata di ogni servizio di lusso richiede un investimento non proprio alla portata di tutti.
 
Basta farsi un giro in rete per scoprire alloggi ecosostenibili nel cuore della natura con mobili di design, piscine, riscaldamento, armadi, specchi e servizi privati. Un nuovo modo di fare campeggio che può costare anche duemila dollari a notte. Un trend ormai ambitissimo dagli amanti del lifestyle e dai travel blogger più blasonati del mondo. Per farvi una cultura andate a cliccare glampinghub.com, la piattaforma leader per la selezione e la prenotazione dei campeggi glamour nel mondo; l’hashtag #glamping su Instagram rende perfettamente l’idea del tipo di magia. Anche l’Italia si sta aprendo alla nuova frontiera delle vacanze all’aria aperta, da nord a Sud le proposte non mancano, tra i più “glamour” c’è sicuramente il Canonici di San Marco, vicino Venezia.
Dalla California al Sudafrica, dalla Scozia alla Spagna passando per il Portogallo e arrivando fino alla Grecia sono tantissimi i campeggi di lusso da sognare e scoprire.