Ho avuto ad agosto un'interruzione di gravidanza spontanea...

Ho avuto ad agosto un’interruzione di gravidanza spontanea…

Ho avuto ad agosto un’interruzione di gravidanza spontanea, da novembre sto riprovando a restare incinta, ho notato che il seno da allora non è piu’ dolente che vuol dire? forse il mio corpo non si è ancora ristabilito completamente? questo mese il ciclo dovrebbe arrivarmi il 24 ma da circa 5 giorni ho piccole perdite marroni che si bloccano e poi ricominciano lievi che vuol dire secondo voi? ringrazio x la risposta anticipatamente.

Sabry, 40 anni


Cara Sabry,
innanzitutto ci preme dirti che ci dispiace molto per l’esperienza che hai dovuto affrontare, non deve essere stato facile. Ci auguriamo che presto riuscirai a coronare il tuo sogno!
Detto questo è importante tenere a mente che corpo e anima hanno bisogno del tempo per riprendersi ed elaborare l’accaduto, inoltre il corpo non è detto che presenti i medesimi sintomi ogni mese, quindi il fatto che il seno non sia più dolente non vuol dire nulla. Per quanto riguarda le macchie di cui parli, non sappiamo se generalmente prima dell’arrivo del ciclo sei solita avere lo spotting premestruale, può capitare in periodi di stress e tensione come anche quando ci sono sbalzi ormonali. In alternativa, dal momento che stai riprovando ad avere una gravidanza non escludiamo che possano trattarsi di perdite da impianto (o anche perdite di annidamento). Esse consistono in piccole perdite vaginali, generalmente di colore rosso scuro, che possono verificarsi nel momento in cui l’ovulo fecondato si impianta nella mucosa uterina. Generalmente si presentano tra i 7 e 12 giorni dalla fecondazione e talvolta può coincidere con la data attesa per le mestruazioni, per questo è facile confondersi con l’arrivo del ciclo. Ti consigliamo di aspettare e se il ciclo non dovesse presentarsi, come ben sai puoi effettuare un test di gravidanza.
In bocca al lupo!
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it