Al posto del ciclo mi sono venute le cosiddette "macchie marroni"...

Al posto del ciclo mi sono venute le cosiddette “macchie marroni”…

Salve. Questo mese, con una settimana di ritardo, al posto del ciclo mi sono venute le cosiddette “macchie marroni”, non è la prima volta che mi si presenta in questo modo, ho un ciclo parecchio irregolare; il mese scorso ho avuto un ciclo abbondante ma con un ritardo di 10 giorni. In questo momento ho quindi le macchie marroni, ma leggendo su internet mi sono venuti dei dubbi. Io credo che queste macchie (causate da qualche scompenso, peso ecc..) vadano un po’ a sostituire il ciclo ma mi chiedo se sia effettivamente così, può esserci dunque in corso una gravidanza? Spero tanto di no, non vorrei essere troppo paranoica comprando un test di gravidanza avendo però il “””ciclo:”””. Grazie mille

Anonima, 18 anni


Cara Anonima,
non ci parli di rapporti a rischio o situazioni che possano far pensare ad un’eventuale concepimento; in ogni caso tieni presente che affinchè avvenga è necessario avere un rapporto non protetto con eiaculazione interna e la donna deve trovarsi nei suoi giorni fertili (in un ciclo regolare di 28 giorni cadono circa tra l’11° e il 18° giorno del ciclo). Detto questo, se escludiamo la possibilità di una gravidanza in mancanza di elementi inerenti al concepimento, possiamo ipotizzare che le macchie di cui parli siano legate ad altro. Devi sapere che il fenomeno dello “spotting”  molto diffuso nelle giovani donne consiste in un brusco sbalzo ormonale dovuto al calo degli estrogeni e può dipendere da svariate cause come ad esempio uno stile di vita stressante, un regime alimentare non adeguato (diete eccessive con restrizione calorica), assunzione della pillola anticoncezionale. Comprendiamo che quando le perdite ematiche si presentano possono destabilizzare e allarmare, inoltre anche se possono verificarsi in qualsiasi momento, la loro comparsa durante l’ovulazione è sicuramente più frequente.  Il consiglio che possiamo darti è quello di monitorare la situazione e valutare la possibilità di contattare una ginecologa di fiducia che possa visitarti e aiutarti a capire la natura di questo spotting.
Speriamo di esserti stati di aiuto.

Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it