Caso Pamela Prati, Mark Caltagirone: "Ora fa comodo dire che non esisto"

Caso Pamela Prati, Mark Caltagirone: “Sono stato ingaggiato”

Esiste o non esiste?
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’ennesima confessione si aggiunge alla montagna di dichiarazione fatte da Pamela Prati e le sue agenti, Eliana Michelazzo e Pamela Perricciolo, e da tutti i personaggi che sono intervenuti nei salotti di Barbara d’Urso. Questa volta, a confessarsi è il famoso Mark Caltagirone, o meglio, colui che da quanto scritto dice di aver interpretato questo personaggio. Ovviamente, non abbiamo la certezza che sia davvero l’attore pagato per essere il futuro marito della Prati. In ogni caso, queste sono le dichiarazioni: 

E certo… Ora fa comodo dire che non esisto! Non ci sto. Io sono pronto a dire la mia verità e vorrei raccontarla a tutto il pubblico italiano. Io sono stato ‘ingaggiato’ attraverso internet. Cercavano un uomo che dovesse ‘lavorare’ da casa attraverso il social Instagram per un tempo determinato ovviamente promettendo un guadagno (mai ricevuto) e poi in futuro anche far parte di un’agenzia (il cui nome non mi è stato mai detto). Io su questo profilo dovevo solo fingermi questo ‘Marco Caltagirone’ futuro sposo di Pamy e qualora loro su richiesta sponsorizzare aziende attraverso foto dove non si vedesse totalmente il viso. Ora siamo arrivati al punto che sulla mail dove io comunicavo con queste persone non ricevo più notizie da giorni. E non è tutto…

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it