LAV lancia la campagna per l'acquisto di un'ambulanza veterinaria

LAV lancia la campagna per l’acquisto di un’ambulanza veterinaria

L'obiettivo è prevenire il randagismo e soccorrere gli animali in caso di calamità. Si può partecipare con un sms solidale o una chiamata al 45587
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Roma – C’è tempo fino al 30 giugno per sostenere la campagna di raccolta fondi per il soccorso degli animali lanciata dalla LAV.  Donando 2 o 5 euro al numero 45587 (con una telefonata o un sms) si può contribuire all’acquisto di un’ambulanza veterinaria che sarà attiva su tutto il territorio italiano per le emergenze e per la prevenzione del randagismo. Soprattutto al Centro Sud e nelle Isole sono tanti gli animali costretti a una vita di stenti o esposti a continui pericoli, gli incidenti stradali ad esempio  possono costituire un rischio anche per l’incolumità pubblica. Il randagismo rappresenta anche un costo per la collettività: nel 2017 si sono spesi 402.031,00 euro al giorno per il mantenimento dei cani detenuti nei canili.

In tanti stanno sostendendo LAV e rilanciando la campagna, tra questi ci sono Tiziano Ferro, Massimo Wertmuller e Licia Colò. Tutti i video sono sulla Pagina Facebook LAVonlus.

TIZIANO FERRO AL FIANCO DI LAV PER L'ACQUISTO DI UN'AMBULANZA VETERINARIA

«L’ambulanza veterinaria potrà essere un valido ausilio nel gestire emergenze, come in caso di animali vittime di calamità naturali – afferma Gianluca Felicetti, presidente LAV – Forti dell’esperienza che la nostra Associazione ha maturato sul campo nel corso dei più recenti e drammatici eventi sismici del Centro Italia, e del Protocollo d’intesa siglato con la Protezione Civile proprio per garantire il soccorso di animali, l’ambulanza veterinaria sarà uno strumento utile anche per azioni di profilassi e di prevenzione del randagismo (sterilizzazioni). Con una piccola donazione ci aiuterete a essere più efficaci nel soccorrere gli animali in difficoltà».

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it