Il gel contraccettivo.

Il gel contraccettivo.

Vivere il sesso in modo sereno è il primo passo per una vita felice ed una stabile vita di coppia. Fondamentale, ai fini del raggiungimento di tale serenità, è l’utilizzo di metodi contraccettivi adeguati, che permette di evitare gravidanze indesiderate ma anche la contrazione di infezioni genitali di varia natura ed entità.

Un innovativo metodo contraccettivo, ancora in fase di sperimentazione, è il gel contraccettivo, di cui esiste una versione maschile ed una femminile.
Il nuovo gel appartiene alla categoria dei contraccettivi ormonali, come pillola, cerotto e anello vaginale. Il principio base della versione femminile è sempre lo stesso: vengono rilasciate piccole quantità di ormoni, estrogeno e progesterone, che bloccano l’ovulazione. Mentre la pillola deve essere assimilata dall’organismo prima di poter agire, gli ormoni presenti nel gel entrano direttamente in circolo attraverso i micro-capillari, dopo essere entrati in contatto con la pelle. In questo modo raggiungono l’ipotalamo, la centralina del cervello che regola l’ovulazione.

La vera novità rispetto agli altri contraccettivi ormonali è nella somministrazione, anche se la formulazione in gel viene già utilizzata per altri tipi di applicazioni ginecologiche. Il tipo di formulazione è solitamente ben tollerato, ma non tutte le donne lo assorbono allo stesso modo e in alcuni casi è necessaria una dose maggiore. Per questo motivo il contraccettivo in gel è ancora in fase di sperimentazione. I test condotti su un gruppo di donne tra i 20 e i 30 anni dopo sette mesi hanno avuto esiti positivi: non ci sono state né gravidanze indesiderate, né effetti collaterali.
Il nuovo gel ha in più una proprietà: può essere usato anche durante l’allattamento perché non interferisce con il latte materno e non crea problemi al bambino.

Dalla ricerca, inoltre, arrivano risultati incoraggianti anche sul nuovo contraccettivo in gel nella versione maschile. Un contraccettivo per lui che libera lei dall’incombenza, non priva di effetti collaterali, di provvedere alla contraccezione con pillola, cerotto o anello. Il segreto di questo nuovo gel anticoncezionale è nel suo contenuto: testosterone e progestinico sintetico, denominato nestorone, in grado di dare un “taglio” netto al numero di spermatozoi attivi, riducendo così il rischio di fecondazione. I primi risultati delle ricerche d’oltreoceano fanno davvero ben sperare riguardo l’efficacia del nuovo contraccettivo. Queste sono state condotte da un gruppo di scienziati, guidati da Christina Wang, del Los Angeles Biomedical Research Institute (LA BioMed), uno dei principali istituti di ricerca biomedica statunitensi.

Il gel potrebbe essere utilizzato efficacemente dagli uomini come anticoncezionale per evitare gravidanze indesiderate, riducendo al minimo gli effetti collaterali. La ricerca ha coinvolto 99 volontari di sesso maschile, un terzo di loro ha ricevuto un gel con testosterone e un placebo, applicato per sei mesi, gli altri due terzi un gel con testosterone e una delle due concentrazioni di nestorone utilizzate per la ricerca. Complessivamente, sono stati 56 gli uomini che hanno completato le venti settimane dello studio.

I risultati emersi hanno evidenziato un effetto positivo del mix anticoncezionale. Infatti, l’88-89% degli uomini ai quali è stato applicato il gel contenente la combinazione di farmaci ha diminuito drasticamente il numero degli spermatozoi, che si sono assestati su una quota inferiore ad un milione per millilitro. Anche se questo gel ha un grande potenziale ed effetti collaterali minimi, occorrono ulteriori studi perché diventi un contraccettivo vero e proprio.

Lo sapevi che…

Gli anticoncezionali ormonali hanno una sicurezza che supera il 99% se assunti correttamente. Essi non proteggono dalle malattie sessuali, ma solo da eventuali gravidanze indesiderate. In Australia alcuni ricercatori stanno sperimentando un contraccettivo ormonale femminile a base gelatinosa che proteggerebbe da infezioni sessualmente trasmissibili.

Non più di sei mesi fa un carpentiere berlinese, tal Clemens Bimek, ha brevettato un nuovo contraccettivo maschile in grado di bloccare lo sperma come se ci trovassimo di fronte ad un interruttore. Bimek ha inventato una sorta di valvola che pesa meno di due grammi e che va impiantata con un intervento chirurgico di mezz’ora sullo scroto. Il Bimek SLV funzionerebbe proprio come un interruttore: accesso nei rapporti sessuali in cui si vuole che lo sperma prosegua la sua naturale strada fino alla fuoriuscita dal pene; spento nei rapporti sessuali in cui si vuole evitare la fuoriuscita dello sperma dal pene. La valvola sarà impiantata ad inizio 2018, in via sperimentale, su 25 volontari.

Dubbi e domande…

One Direction
Vorremmo trovare validi contraccettivi alternativi…
R., 26 anni
Se non potessi prendere la pillola non ci sono altri metodi anticoncezionali meno aggressivi e che comportino meno rischi a livello vascolare?…


“Cosa c’è da sapere in materia di contraccezione?”, risponde Rossella Nappi, docente di ginecologia e ostetricia -Università degli Studi di Pavia…

Cosa c'è da sapere in materia di contraccezione?

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it