Quando ho rapporti con il mio ragazzo si sente spesso un cattivo odore…

Da quando ho rapporti con il mio ragazzo alla fine di questi e nel mentre si sente spesso un cattivo odore (soprattutto quando raggiungo l’orgasmo) vorrei sapere se è una infezione oppure è normale. Questo odore si sente solo quando ho un rapporto.

Anonima, 18 anni


Cara Anonima,
in una consulenza online, senza strumenti di approfondimento è difficile riuscire ad individuare con certezza se  si tratta di una infezione o meno. 
La vagina ha un rivestimento mucoso contenente delle ghiandole che, a loro volta, producono ogni giorno delle piccole quantità di fluidi. Lo scopo di queste secrezioni regolari e quotidiane è quello di raccogliere le cellule vecchie e morte, eventuali elementi patogeni o “corpi estranei” ed espellere il tutto dalla vagina. In altre parole, la maggior parte delle perdite vaginali è salutare; in sostanza si tratta di un modo naturale del corpo di proteggere se stesso. Le secrezioni vaginali normali generalmente sono di colore trasparente o bianco-latte e possono avere un leggero odore. 
L’odore dipende essenzialmente dallo stato ormonale, e quindi possono esserci delle variazioni vaginali in relazione alle fasi del ciclo e soprattutto all’età della donna. Anche lo stile di vita, ciò che mangiamo e la quantità di liquidi che introduciamo con la dieta, l’igiene personale che adottiamo, gli abiti che indossiamo, i farmaci  possono influire sul cattivo odore intimo. Uno stress psicofisico a cui è sottoposto l’intero organismo potrebbe infatti avere ripercussioni anche sull’ambiente vaginale.
Gli stessi rapporti sessuali costituiscono di per sé un elemento perturbante, comportando uno stress meccanico sull’epitelio vaginale da sfregamento e un innalzamento seppur transitorio del pH vaginale. Potrebbero poi favorire la trasmissione di patogeni veri e propri, qualora il partner ne fosse affetto. Le infezioni vaginali che sono più associate a “cattivo odore intimo” sono soprattutto quelle batteriche, in particolare quelle causate dalla Gardnerella vaginalis.
Puoi parlarne con il tuo medico o il ginecologo per approfondire la sintomatologia e capire se sia il caso o meno di effettuare un tampone vaginale in modo da individuare eventuali infezioni.
Un caro saluto!

2019-11-25T10:30:32+01:00