La storia a lieto fine di Keli, il cucciolo di koala sopravvissuto all'inferno in Australia

La storia a lieto fine di Keli, il cucciolo di koala sopravvissuto all’inferno in Australia

Si stima che in Australia siano morti tra le fiamme circa mezzo miliardo di animali
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Pesava appena 275 grammi, la sua pelliccia era quasi completamente scomparsa e aveva una grave infezione fungina. Oggi Keli è un cucciolo di koala sano, pronto ad affrontare la vita.

Una storia a lieto fine in mezzo alle immagini strazianti che arrivano in questi mesi dall’Australia, dove gli incendi boschivi si stima abbiano ucciso mezzo miliardo di animali.

Tutto è iniziato lo scorso 8 settembre, quando Keli è stato trovato in condizioni critiche sulla costa nord del Nuovo Galles del Sud.
Orfano e abbandonato, mentre le fiamme distruggevano ettari del suo habitat.
La vita di Keli era appesa ad un filo.

Il piccolo è stato ricoverato al Koala Hospital di Port Macquarie, dove gli operatori hanno fatto di tutto e di più per curarlo.
Dopo un lungo percorso di guarigione, il cucciolo ce l’ha fatta.

Oggi Keli pesa 1 kg, l’infezione fungina è sparita e tutta la sua pelliccia sta ricrescendo. “E’ ancora agli inizi”, scrive il Koala Hospital su Facebook. Quando raggiungerà i 2,5 kg inizierà il suo percorso per essere rilasciato in natura. “Il rilascio non avverrà fino ai mesi più freddi (in Australia adesso è estate, ndr), e per fortuna c’è ancora del buon habitat rimasto in luoghi selezionati”.

L’Australia continua ad affrontare le fiamme che stanno devastando Nuovo Galles del Sud e Victoria.

Finora gli incendi hanno causato almeno 25 morti, distrutto 2.000 case e ucciso circa 500 milioni di animali.

Tutto il mondo si sta mobilitando per supportare le strutture che si occupano di soccorrere le specie australiane in difficoltà.

Noi abbiamo adottato Guyra Allen, simpatico koala cieco ricoverato presso il Koala Hospital di Port Macquarie.

Che aspetti, fallo anche tu! Fai una donazione o adotta uno dei tanti animali che stanno affrontando l’inferno in Australia!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it