Riki dopo le polemiche: “Ho sbagliato ma se viene detto a me va bene”

La risposta dell'artista non migliora la situazione
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Dopo la valanga di polemiche per un commento definito omofobo rivolto al prof e critico Davide Misiano, Riki ha deciso di rispondere con una lunga storia su Instagram. Il cantante ha ammesso di aver sbagliato e ha chiesto scusa al diretto interessato ma non ha tagliato corto sulla questione. 

Ho sbagliato– ha scritto il cantante- ‘checca isterica’ se viene detto a me va bene e nessuno può lamentarsi, se lo dico io a chicchessia succede il putiferio. Ieri sicuramente sono caduto nella provocazione: capita di sentirselo dire da amici, di dirlo, di usarlo con altri significati ma sui social ha un altro suono, un altro peso e capisco che può offendere. Se qualcuno si è sentito offeso mi dispiace, io non sono omofobo ma credo che intorno a questo argomento ci sia tanta ipocrisia”.

L’effetto sperato da Riki, però, non arriva. Come sottolineano in molti, l’artista con questa dichiarazione avrebbe aggravato la sua posizione. Non sarebbe servito, infatti, il racconto di delle ultime campagne: il video di “Gossip” e la start up con soci e colleghi gay. La polemica, insomma, non accenna a diminuire. 

 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Giusy Mercadante
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it