VIDEO | Pinguini Tattici Nucleari: da outsider a idoli delle nonne

VIDEO | Pinguini Tattici Nucleari: da outsider a idoli delle nonne

Guarda l'intervista
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Idoli di tantissimi ragazzi e ora anche delle nonne italiane. Ne sono certi i Pinguini Tattici Nucleari, che al settantesimo Festival di Sanremo hanno conquistato fan e pubblico con la loro ‘Ringo Starr’. Una up tempo dall’arrangiamento orchestrale molto articolato che ha fatto guadagnare alla band di Bergamo un meritato terzo posto. Il brano, estratto dal disco repack ‘Fuori dall’Hype Ringo Starr’, racconta di come nella vita spesso ci si trova a essere delle seconde linee, a stare nell’ombra di qualcosa che è più luccicante di noi.

Spesso, però, tra le seconde linee si nascondono i talenti migliori. Un tema che e’ stato il filo conduttore della partecipazione di Riccardo Zanotti, Elio Biffi, Lorenzo Pasini, Simone Pagani e Matteo Locati al Festival. Lo hanno ammesso loro stessi ai microfoni di Diregiovani, a Roma durante l’ultima tappa del loro instore tour.

Le nonne, le "stranezze" di Pasini e il tour. Intervista ai Pinguini Tattici Nucleari

“Noi dall’inizio del Festival ci siamo sentiti in qualche modo outsider”, ha dichiarato Zanotti, frontman del gruppo. Una sensazione che e’ durata fino all’annuncio finale di Amadeus. Terzi si’, ma ‘incomodi’, come ha spiegato il cantautore: “Una storia come la nostra non è delle più usuali. Siamo una band e di band ce n’erano poche, abbiamo sempre avuto la stessa formazione da quando abbiamo iniziato. Arrivare terzi è stato ancora più inaspettato”.

L’energia coinvolgente e l’attitude da veri entertainer non potevano, però, passare inosservate. “Molte nonne di miei amici- ha raccontato Elio Biffi, alle tastiere – o di nostri conoscenti sono arrivate per interposte persone a farci i complimenti. Posso dire con fierezza che abbiamo conquistato le nonne d’Italia”.

Il tour

Scherzano i Pinguini Tattici Nucleari e, passata la tensione sanremese, si preparano a conquistare, per la prima volta nella loro carriera, i palazzetti nostrani. Partirà il 27 febbraio da Pordenone il ‘#machiloavrebbemaidetto tour’, una serie di date che li porterà in giro per il Paese.

Dal Pala Alpitour di Torino al Nelson Mandela Forum di Firenze e all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno. Due le date al Mediolanum Forum di Assago (una delle quali sold out). A Roma i Pinguini si esibiranno al Palazzo dello Sport. Il calendario completo del tour e’ su TicketOne.

pinguini tattici nucleari a rock in roma

Tante le novità che i fan vedranno sul palco, come hanno rivelato i ragazzi: “Ci sarà una stylist che coordinerà i vestiti per avere una coerenza canzone-outfit e ci sarà uno studio del colore incredibile”. La musica, però, rimane al centro dello spettacolo: “Ci saranno dei pezzi nuovi, brani che non abbiamo mai fatto live e canzoni che rifaremo in una nuova veste. Per noi è stato bello rinfrescare il set rispetto al tour precedente”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it