VIDEO | 'Ti mando un vocale', novità e prospettive in un minuto

VIDEO | ‘Ti mando un vocale’, novità e prospettive in un minuto

Online seconda puntata con le voci dei giovani 'Lontani ma vicini'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – What’s up? Come va? In inglese e in italiano, queste sono due espressioni proprie del parlato per domandare a una persona come se la passa. Due espressioni da chat, per l’appunto. Per la seconda puntata di ‘Ti mando un vocale’ diregiovani.it ha chiesto agli studenti e alle studentesse italiani di rispondere su due semplici argomenti: novità portate dalla quarantena e piani per il dopo.

Amicizie speciali, ‘braciolate’ ma anche la didattica a distanza: questo ed altro è venuto fuori nella chat ‘Lontani ma vicini’. ‘Ti mando un vocale’ è il nuovo progetto targato diregiovani.it e promosso nell’ambito di ‘Lontani ma vicini‘, l’iniziativa portata avanti insieme all’Istituto di Ortofonologia di Roma per supportare famiglie, docenti e alunni durante la quarantena.

‘Ti mando un vocale’ ha l’obiettivo di costruire una comunità di giovani voci che si tengono compagnia raccontando come vivono questo tempo, come si sentono e a cosa pensano, quali sogni hanno nel cassetto per il post-emergenza. Ogni settimana sul sito diregiovani.it e sui canali social vengono pubblicati i vocali dei giovani delle scuole con cui la redazione lavora nell’ambito del progetto di giornalismo studentesco ‘La scuola fa notizia‘. Ma non solo. La partecipazione è aperta a tutti e tutte i ragazzi che vorranno condividere emozioni e punti di vista. I vocali, della durata massima di un minuto, possono essere inviati a concorsi@diregiovani.it

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it