VIDEO| Giampiero de Concilio: l'attore rivelazione di Vivi e lascia vivere

VIDEO| Giampiero de Concilio: l’attore rivelazione di Vivi e lascia vivere

Classe 1999, attore pluripremiato e una carriera davanti tutta in discesa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Classe 1999, napoletano, attore pluripremiato di cinema e teatro, occhi sognanti e un talento che lo precede. Lui è Giampiero de Concilio. Non fatevi ingannare dalla sua giovane età: lui sa già cosa vuole ed ha tutte le ‘carte in tavola’ per prendersi la scena. 

La passione per la recitazione del giovane attore nasce ai tempi del liceo. Lo abbiamo visto sul piccolo schermo in ‘Mia moglie, mia figlia e due bebè’ e in ‘Che Dio ci aiuti’ con Elena Sofia Ricci: grande attrice che Giampiero ha ritrovato sul set di Vivi e lascia vivere, la serie Rai in onda questa sera su Rai 1 con l’ultima puntata. Qui, de Concilio interpreta Giovanni figlio di Laura Ruggero (Ricci) nonché l’attore rivelazione di questa serie e il personaggio più interessante della storia: sia perché ben interpretato da Giampiero sia perché pone delle domande agli spettatori sul tema dell’omosessualità e sulla scoperta della propria identità sessuale. 

L’attore non ha sfoggiato le sue migliori performance solamente sul piccolo schermo ma anche sul palco del Nuovo Teatro Sanità, dove ha recitato ne La paranza dei bambini, Patroclo e Achille, Smiley e La testa sott’acqua, e al cinema. L’esordio sul grande schermo è stato con Un giorno all’improvviso di Ciro D’Emilio, presentato alla 75. Mostra del Cinema di Venezia. Questo film è valso a Giampiero il Premio Nuovo Imaie come Miglior attore emergente, il Premio Biraghi ai Nastri d’Argento e il Premio Miglior Attore al Festival Bimbi Belli (curato da Nanni Moretti).

Oltre al talento, la cosa che più colpisce di Giampiero è la sua purezza, onestà e la sua determinazione in tutto ciò che fa. Senza dimenticare il coraggio e il rischio che non ha paura di affrontare quando si trova davanti a delle scelte. Ci sono artisti che ‘tifano’ per la quantità, e quindi accettano ogni progetto che gli viene proposto, e poi ci sono artisti, come Giampiero, che si prendono il rischio di scegliersi un determinato percorso. “Ho rifiutato qualche piccola cosa in passato e non perché il progetto non mi convincesse, ma perché ho dovuto fare delle scelte. Io sono del parere che fare tutto vuol dire non fare niente. I grandi attori hanno fatto delle scelte e così facendo si può dare il meglio di se stessi su un palco o sullo schermo. Io voglio avere la possibilità di fare delle scelte

Prossimamente non vedremo Giampiero de Concilio solamente in altri progetti televisivi e cinematografici ma anche alla 50esima edizione del Giffoni Film Festival.

GUARDA LA VIDEOINTERVISTA

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it