Alice nella Città, torna il Do-Cine Rising Star Award

Alice nella Città, torna il Do-Cine Rising Star Award

Ecco il premio al miglior giovane interprete non italiano
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Alice nella Città, la sezione autonoma e parallela alla Festa del Cinema, si prepara per spegnere 18 candeline. Nell’ambito della 18esima edizione, in programma dal 15 al 25 ottobre all’Auditorium Parco della Musica di Roma e in altri luoghi della Capitale, torna il Do-Cine Rising Star Award, il premio istituito da Daniele Orazi, il manager della talent factory Do Cinema, rivolto ad un giovane interprete non italiano. 

Dopo molti anni di collaborazione e consulenza per Alice nella città, caratterizzata dall’attento scouting dedicato ai giovani artisti (interpreti e autori), la DO Consulting & Production, con il supporto dei direttori del festival dedicato alle nuovi generazioni Fabia Bettini e Gianluca Giannelli, promuove una nuova e importante occasione per un giovane talento. 

Il Do-Cine Rising Star Award si pone nell’ottica di interculturalità e internazionalizzazione che caratterizza la realtà del festival Alice nella Città, rappresentando un significativo riconoscimento dedicato al talento. Una giuria selezionata tra produttori, casting directors e talent agents (tutti rigorosamente non italiani), selezionerà il miglior giovane interprete Non italiano che si aggiudicherà il Premio Rivelazione internazionale, vinto, nella scorsa edizione, da Anna Franziska Jaeger per il film Cleo di Eva Cools. Tale premio è speculare a quello che si aggiudicherà il/la collega italiano/a che sarà selezionato da una gemellata giuria italiana di professionisti dell’industria cinematografica, e che valuterà invece i pretendenti all’interno della selezione Panorama Italia. 

LA GIURIA INTERNAZIONALE 

Anche quest’anno una giuria di altissimo profilo designerà il vincitore. Tra i giurati Richard Cook, direttore del Subtitle International Film Festival, Karin Dix, project director per la Berlinale Shooting Stars, Michela Pini, producer della Cinédokké Film Production e la nota PR Sally Fisher. 

Con l’obiettivo è quello di sottolineare l’importanza dell’interazione tra tutte le forme d’arte, è stato designato un artista che raffigurerà il premio assegnato al vincitore: quest’anno spetta allo scultore Davide Dormino

Richard Cook 

Richard Cook è un agente di cinema il co-fondatore della Lisa Richards Agency che rappresenta attori e registi di successo e che ha aperto una filiale  in Helsinki nel 2018.  Richard è il fondatore e direttore artistico del Subtitle, un Festival Europeo che ha sede a Kilkenny, Irlanda dove ogni anno vengono invitati casting directors che hanno la possibilità di incontrare attori europei. Da questa esperienza nasce una nuova agenzia chiamata Subtitle Talent che rappresenta appunto attori europei. Richard è anche il fondatore del  Cat Laughs Comedy Festival, Peer Pressure Productions and Kilkenomics , un festival dedicato a  stand-up comedians . 

Karin Dix 

Karin Dix dopo molti anni di esperienza come produttrice e distributrice di produzioni teatrali indipendenti, nel  1999 entra nell’ European Film Promotion come project director per l’European Shooting Star, nell’ambito della Berlinale. Fino ad oggi Karin è la responsabile dei contenuti e della struttura dell’evento che è diventato un brand riconosciuto e un marchio di qualità per l’industria internazionale scoprendo ogni anno eccellenti attori. Dopo molti anni di lavoro con agenti e casting director di tutto il mondo ha creato un forte network internazionale che ha dato vita alla ICDN International Casting Directors Network . 

Michela Pini 

Michela Pini nasce nel 1980 in Svizzera, è una produttrice di film svizzeri e coproduzioni internazionali con la mission di scoprire giovani registi. Michela terminati i suoi studi nel 2005 inizia a lavorare in produzione con Imagofilm e Amka films. Nel 2007 fonda la Cinedokke, società che si occupa di casting, produzione, service e ufficio stampa. Michela è membro dell’ associazione dell’audivisivo del Ticino e Presidente della fondazione Ticino Film Commission. 

Sally Fisher 

Sally Fischer nasce a New York  per poi trasferirsi a Firenze dove si laurea. Sally, rientrata negli States, si concentra nella promozione delle eccellenze che l’Italia può offrire: films, cibo e vino, regioni e città, festival ed eventi speciali . A New York fonda la “Sally Fischer Public Relations”, nel  2018, Sally viene insignita Cavaliere dell’Ordine della Stella d’Italia dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.  

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it