Le altre hanno avuto tutte le mestruazioni io ancora no, odio il mio corpo…

Sono Giulia ho 13 anni, le mie amiche hanno avuto tutte le mestruazioni io ancora no. Questo mi fa sentire molto a disagio, infatti spesso mi prendono in giro e mi chiamano tavola da surf perché non ho il seno credo per il fatto che non ho sviluppato. Io però a differenza loro non ho i brufoli ma a volte invidio anche quelli perché almeno vuol dire che sei diventato adolescente. Lo so che per crescere non bisogna per forza avere il ciclo però anche i ragazzi della scuola non si interessano a me perché le altre sono formose e io no e questo mi fa sentire ancora bambina e odio il mio corpo che non vuole crescere.

Giulia, 13 anni


Cara Giulia,
crescere non è per nulla un passaggio facile, i cambiamenti del corpo seguono delle linee e delle tempistiche differenti dalla nostra testa e dalle nostre emozioni. Non avere un perfetto controllo ci mette spesso in difficoltà, sottolineando a volte una sensazione di non adeguatezza. Nel tuo caso il confronto con le tue amiche già sviluppare ti conferiscono ancora l’etichetta della bambina. Ma lo sviluppo del corpo non può e non deve silenziare le tue emozioni. Considera che per la maggior parte delle ragazze le prime mestruazioni arrivano intorno ai 12-13 anni, ma in realtà la fascia di età in cui può comparire il menarca, va dagli 9 ai 16 anni. Già negli anni precedenti comunque ci sono dei segnali che indicano che il corpo si sta preparando all’arrivo delle mestruazioni. Circa due anni prima della comparsa del ciclo iniziano a comparire i primi peli sotto le ascelle e sul pube, mentre circa un anno prima si sviluppano le ghiandole mammarie che fanno crescere il seno. Infine, poco prima dell’arrivo del ciclo, probabilmente noterai la comparsa di perdite bianche ed elastiche.
Il corpo è sicuramente il primo biglietto da visita per gli altri ma non è il solo che definisce la nostra identità. In questa fase di crescita dove il parere degli altri è fondamentale ci possiamo sentire traditi, esclusi, non adatti. Ma forse la sfida più importante è proprio quella di riconoscersi in primis noi, dare forma e valore a noi stessi indipendentemente dai canoni sociali e relazionali. Prendi dimestichezza con il tuo corpo ma anche con le tue passioni, i tuoi interessi, le tue idee. Anche questi aspetti sono centrali nelle relazioni. Gli ormoni rispetteranno i loro tempi, ma tu nel frattempo puoi scoprire altre sfumature di te.
Rimaniamo a tua disposizione per altre richieste e dubbi.
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it