Justin Timberlake si scusa con Britney Spears e Janet Jackson su Instagram

Justin Timberlake si scusa con Britney Spears e Janet Jackson su Instagram

"So di aver fallito. Le mie scuse non cancellano il passato, ma voglio prendermi le mie responsabilità", ha scritto la popstar
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Su Instagram arrivano le scuse da Justin Timberlake indirizzate a Britney Spears. A seguito dell’uscita di Framing – il documentario del NY Times che ricostruisce la vicenda Free Britney, uscito solo negli Stati Uniti su Hulu, di cui ne abbiamo parlato QUI – il cantante è stato sommerso di critiche per le dichiarazioni rilasciate dopo la rottura con la Spears – la relazione è durata dal 1998 al 2002 – che hanno danneggiato la reputazione e lo stato mentale dell’interprete di Baby One More Time. 

Ho visto i messaggi, i tag, e i commenti, ho visto la vostra preoccupazione e voglio rispondere. Sono terribilmente dispiaciuto per quel determinato momento della mia vita in cui le mie azioni hanno alimentato il problema, in cui ho parlato a sproposito o non ho parlato quando avrei dovuto farlo. So di non aver fatto abbastanza in quel periodo, so di aver beneficiato di un sistema che giustifica la misoginia e il razzismo, ha scritto Timberlake su Instagram.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Justin Timberlake (@justintimberlake)

Inoltre, Framing Britney Spears ha riportato sotto i riflettori i dissapori tra Janet Jackson e Timberlake risalenti al SuperBowl del 2004. Il cantante, durante l’esibizione sul palco, le aveva strappato una parte dell’abito di scena scoprendole il seno. Uno ‘scandalo’ che ha fatto molto discutere tanto da essere esclusi dall’edizione dei Grammy Award.

Voglio scusarmi direttamente con Britney Spears e Janet Jackson perché gli voglio bene e le rispetto. So di aver fallito. La nostra industria è ‘malata’. Fa in modo che gli uomini, soprattutto quelli bianchi, abbiano successo. È progettata così. E in quanto uomo in una posizione privilegiata, devo dirlo a voce alta. Per colpa della mia ignoranza, non avevo capito che stesse succedendo alla mia vita, ma non voglio più approfittare del dolore degli altri”, ha aggiunto J.B., che ha concluso:Non sono stato bravo a gestire questa situazione. So che le mie scuse non cancellano il passato, ma voglio prendermi le mie responsabilità e far parte di un mondo che aiuta e sostiene gli altri“.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Lucrezia Leombruni
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it