La storia a lieto fine di Osimhen: ritrovata la connazionale scomparsa

L'attaccante del Napoli ha lanciato un appello per una ragazza che, come lui anni fa, vende acqua per le strade della Nigeria
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Viktor Osimhen, centravanti del Napoli alla prima esperienza in Serie A, dopo mesi difficili ha ritrovato condizione fisica e confidenza con il gol. Domenica scorsa contro la Sampdoria ha realizzato la sua quinta rete in campionato, terza nelle ultime sei partite. Un buon periodo dopo mesi travagliati per il numero nove azzurro.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da SSC Napoli (@officialsscnapoli)

Classe 1998, è originario di Lagos e ne ha già fatta di strada. È proprio la strada, polverosa e caotica della sua città di origine, il suo primo luogo di lavoro. Per sopravvivere infatti vendeva acqua ai semafori, proprio come la donna che qualche giorno è sparita nel nulla senza lasciare traccia. 

 

Osimhen ha sfruttato la visibilità sui social per lanciare un appello al ritrovamento, pubblicando una story Instagram con l’immagine della connazionale costretta a vivere senza una gamba. Due giorno dopo, la lieta notizia: “L’ho trovata – ha esultato – . Grazie a tutti coloro che mostrano preoccupazione per la sua situazione. Dio vi benedica”.

Non tutti nel diventare famosi cancellano e rinnegano il passato insieme alle proprie origini. Osimhen lo ha dimostrato. Fare gol nella vita a volte vale più che segnare in campo.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Piero Bonito Oliva
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it