L’amicizia tra un polpo e un uomo premiata con l’Oscar

La storia di My Octopus Teacher, l'acclamato documentario Netflix

La strana amicizia tra un polpo e un uomo ha vinto il premio Oscar per il miglior documentario.
Non si tratta di un film d’animazione o un racconto fantastico, ma una storia vera che ha conquistato milioni di persone.
Prodotto da Netflix, dove è attualmente disponibile per la visione, “My Octopus Teacher” (in italiano “Il mio amico in fondo al mare) mostra lo sviluppo del rapporto speciale tra il documentarista Craig Foster e un giovane polpo residente in una splendida foresta di kelp a False Bay, vicino Cape Town, in Sudafrica.

My Octopus Teacher

Tutto ciò che narrato nel documentario premio Oscar è reale. Molte delle riprese sono quelle originali, filmate da Craig Foster nel suo anno di immersioni, altre sono state realizzate dal team che ha lavorato al progetto.

In un periodo difficile della sua vita, Foster si è ritirato a False Bay, iniziando a osservare la bellezza della foresta di kelp. Tutto senza respiratore o bombole, per non disturbare la popolazione marina. In una delle sue esplorazioni un polpo cattura la sua attenzione. L’esemplare, una giovane femmina, inizia a incuriosirsi della presenza costante dell’uomo, che dopo diversi incontri, conquista la sua fiducia. Il polpo gli apre le porte di casa. In punta di piedi e con estremo rispetto, Foster entra nella sua vita.
Nel giro di un anno, le esperienze del cefalopode diventano le sue. Il polpo diventa un mentore per l’uomo, un maestro di vita (da qui il titolo originale del documentario).
Sopravvive a numerose avversità nell’oceano, come attacchi costanti di squali da cui ne esce non sempre incolume. Morirà naturalmente, dopo aver prodotto un gran numero di uova con il suo compagno.

IL TRAILER

2021-05-10T08:58:32+02:00