L’Europa dice sì al green pass: dal primo luglio si torna a viaggiare in UE

Una giornata molto importante verso il ritorno alla normalità. Come si ottiene il certificato? Tutti i dettagli
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Grandi notizie per le vacanze estive. Se non avete ancora prenotato il tanto agognato viaggio, da oggi potete allargare i vostri orizzonti. Il Parlamento europeo ha approvato i regolamenti sul Certificato digitale Ue, relativi sia ai cittadini dell’Unione europea che a quelli di Paesi terzi residenti nell’Ue. 

  • Che vuol dire?

Significa che possiamo tornare a viaggiare in Europa se in possesso del green pass, tecnicamente Certificato digitale Ue, appunto.

L’obiettivo è favorire un graduale ritorno agli spostamenti per lavoro o turismo e per contribuire alla ripresa delle attività economiche, dovrà ora attendere l’approvazione formale da parte del Consiglio ed essere pubblicato nella Gazzetta ufficiale.

  • Quando entrerà in vigore?

Entrerà ufficialmente in vigore dal primo luglio con una validità di 12 mesi. Sarà emesso in versione cartacea o digitale a titolo gratuito da ciascuno Stato membro (alcuni hanno già cominciato dal primo giugno).

  • Come funziona?

Grazie a un codice Qr attesterà l’avvenuta vaccinazione contro il Covid-19, la guarigione dall’infezione o un test negativo molecolare o antigenico negativo effettuato nelle precedenti 72 ore.  

LEGGI ANCHE 

Le differenze tra il green pass italiano e quello europeo

Quanto dura il green pass europeo?

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Redazione Diregiovani
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it