Da oggi addio alle mascherine all’aperto: “Ma continuare ad avere prudenza”

La variante Delta in diffusione negli altri Paesi ci obbliga a fare attenzione: "Al chiuso via dispositivi ancora prematuro: solo con 75% dei vaccinati"

ROMA – Un altro passo verso la libertà. Dal 28 giugno non è più un obbligo indossare la mascherina all’aperto. I dispositivi di sicurezza per bocca e naso devono essere utilizzati solo quando si entra in luoghi al chiuso. L’indice dei contagi in Italia è allo 0.5%, la Penisola è tutta di colore bianco e la campagna vaccinale prosegue: presupposti che lasciano ben sperare ma che non devono far abbassare la guardia. La variante Delta avanza, lo dimostrano i contagi nel Regno Unito e il focolaio di Mariorca. 

LEGGI QUI PER APPROFONDIRE: La variante Delta ‘imbucata’ alle feste di Maiorca

Oggi è un giorno bello, perché tutto il nostro Paese è in area bianca e possiamo permetterci qualche piccola libertà in più, ma dobbiamo continuare sulla strada della prudenza e della cautela, perché la battaglia non è ancora vinta, il virus ancora circola in maniera significativa.

Queste le parole del ministro della Salute Roberto Speranza sull’argomento

Stiamo molto attenti con le varianti, in particolare con quello che sta succedendo in altri Paesi d’Europa e del mondo. Quindi è giusto continuare questo percorso con gradualità, un passo alla volta ma anche con grandissima attenzione perché anche le mascherine su cui da oggi facciamo un piccolo passo in avanti all’aperto sono e restano un elemento fondamentale ed essenziale della nostra strategia.

“VIA MASCHERINE AL CHIUSO CON 75% DEI VACCINATI”

Sull’ipotesi di abbandonare anche le mascherine al chiuso, è intervenuto invece il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri:

Ho sempre detto che è prematuro parlare di rimozione della mascherina al chiuso. Quando avremo i 3 quarti della popolazione vaccinata, allora tra vaccinati si potrà pensare di iniziare a togliere la mascherina anche al chiuso, ma è molto molto prematuro. Quello che credo che la variante Delta potrà fare è la rimodulazione del Green Pass dopo la prima dose di vaccino, ma questo è un compito che spetta agli scienziati, aspetterei ancora un paio di settimane. 

2021-06-28T13:05:30+02:00