Parla l’uomo che si è tatuato la vittoria dell’Inghilterra prima della finale: “Non lo cancello”

Mai sfidare la sorte...

ROMA – Mentre festeggiamo l’Italia Campione d’Europa, un pensiero va a tutti quei tifosi inglesi che hanno sfidato la scaramanzia. Sembra che siano in molti ad essersi tatuati la frase “It’s Coming Home” celebrando la vittoria dell’Inghilterra diversi giorni prima della partita decisiva. Mai sfidare la sorte. Mai.
E adesso che cosa faranno con il tatuaggio della “vergogna”?

Leggi anche: Euro 2020, il VIDEO dell’invasione di campo della finale

It’ coming home… ah no, Rome

Tra i primi e più fieri tifosi inglesi ad essersi tatuati la vittoria dell’Inghilterra in anticipo c’è Lewis Holden, le cui foto hanno fatto il giro del web.
Il 26enne di Oldham, come tutti i suoi connazionali, è amareggiato per la sconfitta della sua squadra, ma ha deciso di non cancellare il tatuaggio. Non solo. Se ne farà uno uguale sull’altra gamba se l’Inghilterra raggiungerà la finale della Coppa del Mondo il prossimo anno.
“Quando siamo andati ai rigori ho pensato ‘Forse non tornerà a casa’”, ha raccontato Lewis al Manchester Evening News.
“Senza esagerare, ho ricevuto richieste di amicizia su Facebook da circa 500 italiani durante la notte. Il mio telefono non ha letteralmente smesso di vibrare”.

2021-07-12T17:07:16+02:00