Arrestato dai carabinieri per aver giocato a ‘suona e scappa’ ai citofoni

Lo scherzo può diventare fatto molto serio: intervengono i militari e mettono in manette la coppia di amici

Si stavano divertendo a giocare a “suona e scappa” ai citofoni di alcuni condomini ma i cittadini, evidentemente esasperati, hanno chiesto aiuto al “112”. È accaduto a Roma, in via Casal dé Pazzi. Sul posto è arrivata una pattuglia dei Carabinieri della Stazione Roma Prenestina che, sentita una delle persone importunate dai due “burloni” che era riuscita a vederli mentre si allontanavano ridacchiando, ottenuta una dettagliata descrizione, si è messa sulle loro tracce.
La coppia di amici – due cittadini marocchini di 25 e 44 anni – è stata intercettata dai Carabinieri in un vicino bar: i militari li hanno identificati e dopo aver interrogato la banca dati, sul conto del 25enne è emerso un provvedimento di carcerazione emesso dalla Corte d’Appello di Roma. Il giovane, che deve scontare 2 anni di reclusione per rapina, è stato, quindi, ammanettato e portato nel carcere di Velletri.

2021-07-20T14:43:21+02:00