Al via le Olimpiadi di Tokyo, ironia sulle divise dell’Italia: “Sembriamo i Babybel”

In assenza dei tifosi, sono le coreografie e la sfilata degli atleti a conquistare subito la scena

Tra gli spalti vuoti dell’Olympic Stadium di Tokyo, privi di pubblico per cercare di tenere il più possibile il Covid_19 e la variante Delta lontani dalla manifestazione, si celebra la giornata inaugurale delle Olimpiadi 2020. Il via è scattato alle 13 ora italiana.

In assenza dei tifosi, sono le coreografie e la sfilata degli atleti a conquistare subito la scena. La pandemia si vede e si sente, invece: è presente nella testa e nella vita degli sportivi che partecipano a questa rassegna rinviata lo scorso anno. È dedicato all’allenamento in solitaria uno dei primi spettacoli. 

La prima nazione a entrare secondo l’ordine alfabetico giapponese è la Grecia, seguita dalla nazione dei rifugiati e dall’Algeria. Al 18esimo arriva l’Italia. I portabandiera sono la tiratrice Jessica Rossi e il ciclista Elia Viviani. Tuta bianca, tricolore sul petto con bianco a formare una sorta di V: la divisa è firmata Giorgio Armani.

L’ingresso dei nostri doveva essere emozionante, in fondo lo è stato, si è trasformato anche in parte più esilarante della celebrazione: la rete si scatena sull’abbigliamento dei nostri atleti. 

2021-07-24T11:02:09+02:00