Il Corvo e la morte di Brandon Lee

A quasi 30 anni dalla morte di Brandon Lee, un altro incidente sul set ha sconvolto il mondo del cinema

L’incidente verificatosi sul set del film ‘Rust’, dove l’attore Alec Baldwin ha ucciso accidentalmente la direttrice della fotografia Halyna Hutchins con una pistola di scena, ha riportato alla mente una delle tragedie più grandi della storia del cinema.
Era il 1993 quando durante le riprese de Il corvo (The crow) perse la vita Brandon Lee.
L’attore era impegnato in una scena chiave della pellicola, per uno scherzo del destino quella che riguardava la morte del suo personaggio, Eric Draven.
Ferito accidentalmente da un colpo di pistola, vana fu la corsa in ospedale: Brandon Lee morì il 31 marzo del 1993 a soli 28 anni.

Il Corvo e la morte di Brandon Lee

il corvo brandon lee

Nel film Il Corvo, diretto da Alex Proyas e basato sull’omonimo fumetto di James O’Barr, Brandon Lee aveva il ruolo di Eric Draven, un giovane musicista barbaramente ucciso da quattro delinquenti, dopo aver assistito alla cruenta morte della sua fidanzata Shelly.
Grazie ad un misterioso corvo, Eric torna in vita e, invulnerabile, brama la sua vendetta.

Mancavano appena 3 giorni alla fine delle riprese quando Brandon Lee perse la vita sul set de Il Corvo.
Figlio del popolare Bruce Lee, per l’attore si trattava del suo primo ruolo di spicco.

La tragedia ebbe luogo il 31 marzo del 1993, a causa di negligenze dello staff.
Al posto di utilizzare proiettili a salve per le riprese in primo piano del caricatore di una pistola di scena, furono utilizzate cartucce vere svuotate della polvere da sparo e dell’innesco. Tuttavia, uno dei proiettili per un errore di disattenzione non fu privato dell’innesco, e l’ogiva (la parte anteriore del proiettile) rimase incastrata nella canna.
Durante la scena della morte di Eric, la pistola fu caricata a salve, ma quando fu premuto il grilletto la spinta della pallottola inerte fu abbastanza forte da far partire l’ogiva precedentemente incastrata, che colpì l’attore sullo stomaco.
Trasportato d’urgenza all’ospedale New Hanover Regional Medical Center di Wilmington, in Carolina del Nord, Brandon morì dopo un intervento chirurgico di 12 ore.

A sparare il colpo fatale fu Michael Massee (Funboy nel film).
Come dichiarò più volte successivamente, l’attore non riuscì mai a superare l’incidente: “Non penso che ci si possa mai riprendere da qualcosa del genere”.

 

 

2021-10-22T10:01:08+02:00