Caso Peng Shuai: la Federazione Internazionale non sospende i tornei in Cina

La Federazione Internazionale ha deciso di continuare tutte le sue attività all’interno del Paese per “non punire 1,4 miliardi di persone”

6 Dicembre 2021

Il caso Peng Shuai continua a far discutere. Questa volta è la Federazione Internazionale di Tennis a fare dietrofront, dopo che la Wta (Women’s tennis association) aveva sospeso tutti i tornei femminili in Cina.

La Federazione Internazionale ha deciso di continuare tutte le sue attività all’interno del Paese per “non punire 1,4 miliardi di persone”. Queste le parole del presidente David Haggerty alla Bbc: “L’Itf è l’organismo che governa il tennis in tutto il mondo. Non vogliamo punire un miliardo di persone, quindi per il momento continueremo a gestire i nostri eventi junior e senior nel Paese”.

All’interno della nota della Federazione si è ribadito, oltre al fatto di non punire giocatori e tifosi, il concetto che questo organo “sostiene i diritti di tutte le donne”, precisando, inoltre, che la preoccupazione principale è rivolta al benessere della tennista Peng Shuai.

2021-12-07T12:33:24+01:00