Ho scordato di prendere una pillola nella seconda settimana…

Salve,
sono una studentessa universitaria e mi sono trasferita da poco a Firenze. Purtroppo non riesco a contattare né il mio medico di famiglia e né la mia ginecologa. vorrei chiarire un dubbio e togliermi un po’ di ansia. Prendo la pillola anticoncezionale Sibilla da anni ormai e sono sempre stata puntualissima. In questo ultimo periodo per diversi problemi personali sono stata un po’ disattenta. Ho completamente scordato di prendere una pillola nella seconda settimana (7/04) , però a quanto scritto sul bugiardino non c’è rischio di gravidanza. Inoltre ho avuto un episodio di indigestione il 18/04. La pillola l’ho assunta correttamente, però ho deciso di interrompere il blister e cominciare da ieri (19/04) il periodo di pausa di 7 giorni. Ci tengo a precisare che ho avuto rapporti sessuali col partner non protetti. E vorrei sapere se c’è rischio di gravidanza o meno. Sono parecchio in ansia e non so cosa fare, sto aspettando che mi venga il ciclo ed è un’agonia.
Cordiali Saluti

Anonima


Cara Anonima,
come da te sottolineato saltare l’assunzione della pillola nella seconda settimana, non comporta grandi rischi di concepimento. In particolare se le pillole precedenti sono state assunte in modo corretto. Per le prossime volte ricorda di assumere la pillola dimenticata non appena te ne accorgi, anche se questo comporta assumerle due contemporaneamente. Nella seconda settimana ci sono meno rischi di concepimento, non è necessario prendere ulteriori misure contraccettive, tenendo però presente che tu abbia preso le compresse correttamente nei 7 giorni precedenti la compressa dimenticata. Inoltre si consiglia di continuare la regolare assunzione del contraccettivo ormonale secondo le modalità previste. Quando si dimenticano più pillole si può saltare il periodo di pausa ed iniziare  da subito un nuovo blister. In questo caso si suggerisce di proteggere i rapporti successivi per almeno sette giorni. Ti consigliamo di attendere con serenità l’arrivo del ciclo tenendo presente che anche ansia e stress possono influenzare la regolarità. In ultimo, riprova a contattare il tuo ginecologo che saprà consigliarti e rassicurarti ulteriormente.
Un caro saluto!

2022-04-22T10:35:55+02:00