percorsi di legalita

Trame Festival, la lotta alle mafie passa anche dai libri

Trame FestivalROMA – Ai nastri di partenza la settima edizione di Trame Festival, l’appuntamento nato nel 2011 con i libri dedicati al fenomeno mafioso, che si terrà a Lamezia Terme dal 21 al 25 giugno. Cinque giornate di incontri aperti al pubblico, discussioni e confronti che saranno l’occasione per approfondire tematiche e raccogliere testimonianze dirette di chi ogni giorno combatte contro le mafie.

Trame Festival, libri contro le mafie

La settima edizione di “Trame Festival”, che porta il titolo “Io non ho paura”, sarà il centro nevralgico di un confronto tra scenari italiani ed europei, puntando la lente d’ingrandimento su avvenimenti che hanno segnato la storia degli ultimi anni. La strage di Duisburg in Germania, operazioni illegali come il riciclaggio internazionale di denaro, il traffico illecito di opere d’arte saranno infatti soltanto alcuni dei temi principali affrontati durante la manifestazione. Il festival è arrivato alla sua settima edizione e sempre più è un appuntamento fondamentale nella riflessione sulle mafie, come afferma Armando Caputo, presidente della Fondazione Trame. “Con il progetto “Trame”, vogliamo contribuire a quella rivoluzione culturale, che ieri Falcone e Borsellino, e oggi tutti gli uomini dello stato impegnati a contrastare i fenomeni criminali e mafiosi ritengono indispensabile per liberare le nostre comunità e l’intero paese da questa nauseante oppressione che ne impedisce il sano svolgimento democratico, economico e sociale”.

Trame Festival, il programma

Spettacoli teatrali, esibizioni artistiche e workshop arricchiranno la cinque giornate che, come afferma il direttore artistico Gaetano Savatteri, “vuole dimostrare che le mafie vivono sull’intimidazione ma in Calabria e nel resto d’Italia la gente ha sempre meno paura. Partecipare ai cinque giorni di incontri e spettacoli nella piazza di Lamezia Terme è un modo per vedere i volti di tantissimi che hanno il coraggio di credere nella cultura contro ogni intimidazione”. Ad inaugurare il 7° anno di Trame mercoledì 21 giugno, la mostra Trame e me di Guido Scarabottolo, illustratore e grafico – nonché creatore del simbolo del Festival fin dalla sua prima edizione – che vanta collaborazioni con “L’Europeo”, “Internazionale”, “Sole 24 Ore”, “New York Times” e “New Yorker”. Seguiranno esibizioni, dibattiti giornalistici e presentazioni di libri a tema.

Trame Festival, la “strage di Ferragosto”

La conclusione della prima giornata, alle 22:30 nel Chiostro di San Domenico, sarà invece dedicata al ricordo del decennale della Strage di Duisburg . La “strage di Ferragosto”, l’evento criminoso avvenuto il 15 agosto 2007 quando la sanguinosa faida di San Luca portò all’uccisione di sei persone, originarie della Calabria, davanti ad un ristorante italiano della città tedesca al termine dei festeggiamenti per il 18esimo compleanno di una delle vittime. “La strage di Duisburg 10 anni dopo” vedrà gli interventi dello scrittore Sandro Mattioli, presidente di “Mafia? NeinDanke!” e del Prof. Bernhard Pfletschinger. L’incontro sarà coordinato dalla giornalista e scrittrice Angela Iantosca.

Trame Festival, il secondo giorno

Giovedì 22 giugno, alle 20:00 nel Chiostro di San Domenico, il colonnello della Guardia di Finanza Claudio

Petrozziello, lo storico britannico John Dickie (Cosa Nostra. Storia della mafia siciliana, Laterza 2007) e la giornalista di Radio 24 Raffaella Calandra, affronteranno il tema del riciclaggio internazionale di denaro sporco in Gran Bretagna, in un incontro dal titolo “Londra lava più bianco, riciclaggio nella City”. John Dickie tornerà alle 22:00 nella Piazzetta San Domenico, con il focus La Massoneria in Calabria che lo vedrà protagonista insieme al Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia Stefano Bisi. Coordinerà il giornalista Claudio Cordova, direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il Dispaccio.

Trame Festival, ecomafie e non solo

Si continua venerdì 23 giugno con un calendario di appuntamenti che vede in programma tematiche legate alla criminalità ambientale, ecomafie e a nuove proposte di legge per contrastare il fenomeno. La giornata sarà aperta alle 11.30 dalla Conferenza stampa nazionale di Legambiente in occasione dell’iniziativa Ricicla Estate a seguire, alle 17:00 nel Palazzo Nicotera, si parlerà di Ecomafie in Calabria con Stefano Ciafani (Direttore Nazionale Legambiente), Francesco Falcone (Presidente Legambiente Calabria), Andrea Dominijanni (Vice presidente Legambiente Calabria).

Trame Festival, la giornata di sabato

Sabato 24 giugno, a partire dalle ore 18:00, avrà luogo la presentazione dei libri dedicati ai rapporti storici fra mafia e Chiesa, tra i quali “I preti e i mafiosi. Storia dei rapporti tra mafie e Chiesa Cattolica” di Isaia Sales e “Contro i ladri di speranza. Come la Chiesa resiste alle mafie” di Massimo Naro. In serata, alle 21:00 a Palazzo Nicotera, il regista Carlo Carlei presenterà The Passenger (disegni di Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso), un graphicnovel noir ambientato in un’oscura Palermo dove una coppia di sposi americani giunge per trascorrere la luna di miele, incrociando il destino di un boss mafioso. In conclusione, alle 22:00 nella Piazzetta San Domenico, in anteprima nazionale Giuseppe Baldessarro presenterà “Questione di rispetto. L’impresa di Gaetano Saffioti contro la ‘ndrangheta”. Interverranno il giornalista e conduttore televisivo Riccardo Iacona, l’imprenditore testimone di giustizia Gateano Saffioti e Attilio Bolzoni (La Repubblica).

Trame Festival, ultimo giorno si parla di opere d’arte

Il traffico illecito di opere d’arte in Italia sarà invece uno dei focus del giorno conclusivo: domenica 25 giugno alle 20:30 nella Piazzetta San Domenico, il giornalista Fabio Isman (ufficiale TPC) presenterà il libro “L’Italia dell’arte venduta. Collezioni disperse, capolavori fuggiti”. A seguire, alle 21:00 nel Palazzo Nicotera, il Colonnello Roberto Riccardi e il poliziotto Piergiorgio Di Cara racconteranno la propria esperienza nel mondo della scrittura con un incontro dal titolo Sbirri con la penna. Coordinerà lo scrittore Andrea Di Consoli (L’Unità, Il Sole24Ore). In conclusione della manifestazione, alle 22:00 nella Piazzetta San Domenico, andrà in scena lo spettacolo L’inganno delle parole, prodotto appositamente per Trame Festival in anteprima mondiale, che vedrà protagonista l’attrice e cantante napoletana, Lina Sastri.

Trame Festival, largo ai giovani volontari

La 7° edizione di Trame conferma anche per quest’anno la collaborazione con L’Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani, Confcommercio, Legambiente, Save the Children e con tutti gli istituti scolastici di Lamezia Terme. Continua la selezione dei giovani volontari che ogni anno rappresentano il vero e proprio cuore pulsante del Festival: coloro che vorranno prendere parte attivamente alla 7° edizione di Trame possono candidarsi sul sito www.tramefestival.it