spazio e scienza

Spazio: 30 giugno, in tutto il Mondo si celebra l’Asteroid Day 2016

Asteroid Day 2016

Questa è la terra al tempo in cui i dinosauri popolavano un pianeta lussureggiante e fertile, ma un asteroide di sei miglia di diametro cambiò tutto per sempre. Colpì con la forza di diecimila testate nucleari… un trilione di tonnellate di frammenti e detriti si innalzò nell’atmosfera, creando una soffocante cortina di polvere che per mille anni il sole non riuscì a penetrare… è avvenuto in passato, avverrà di nuovo, la questione è solo quando.” [dal film Armageddon]

Asteroid Day 2016 (1)

30 giugno 2016, in tutto il mondo si celebra la giornata dedicata agli asteroidi, con conferenze, mostre, lezioni e proiezioni che hanno lo scopo di aumentare la consapevolezza e la conoscenza sul ruolo di questi corpi celesti.

Nato nel 2015, l’Asteroid Day si tiene proprio in questo giorno per ricordare l’impatto più massiccio sulla superficie del nostro pianeta, che avvenne nel 1908 a Tunguska, in Siberia.

Al momento gli scienziati sono teoricamente in grado di intercettare un asteroide per cambiarne la rotta ed evitare così un impatto con la Terra, ma si tratta di una tecnologia che, finora, non è stata testata nello Spazio. Le missioni dei prossimi anni, tra cui quella dell’Esa Asteroid Impact Mission (Aim), mirano proprio al ‘controllo’ dei corpi celesti.


I nostri approfondimenti su Asteroid Day 2016


Asteroid Tunguska (4)

Con “evento di Tunguska” (in russo: Тунгусский феномен) si indicano le conseguenze verificatesi, in una località della Siberia, la mattina del 30 giugno 1908, a seguito dell’impatto possibile, ma non ancora del tutto certo, di un grande meteoroide, o di una cometa.

Si ipotizza anche l’impatto con un blocco di antimateria proveniente dallo spazio, data l’assenza di crateri o impronte tipiche dell’impatto con oggetti meteorici.

L’esplosione, avvenuta a un’altitudine di 5–10 chilometri dalla superficie terrestre, abbattè dai 60 agli 80 milioni di alberi e uccise centinaia di renne, e tutta la popolazione della foresta, su una superficie di 2.150 km quadrati ed il bagliore fu visibile a 700 km di distanza.

È il maggiore evento esplosivo naturale registrato nella storia recente in prossimità della Terra.


Il 9 febbraio si è tenuta la conferenza stampa presso l’European Space Research and Technology Centre (ESTEC) di ESA, in Olanda nella quale sono stati presentati i partners ufficiali e gli eventi previsti per l’edizione 2016 di Asteroid Day.


L’idea di istituire l’Asteroid Day proprio nell’anniversario dell’evento di Tunguska risale a circa un anno fa quando Brian May, astrofisico, ma forse più conosciuto al grande pubblico come Asteroid Day 2016 (7)chitarrista dei Queen, ha iniziato a lavorare con Grigorij Richters, regista del film di 51 Degrees North.

Il film racconta la storia degli effetti di un immaginario asteroide che cade su Londra. La prima proiezione si è tenuta in anteprima allo “Starmus International Festival”, un evento che celebra l’astronomia e che ogni anno riunisce le più grandi menti che si occupano di esplorazione dello spazio, cosmologia e scienza planetaria.

Tale proiezione è diventata lo spunto per May e altri ricercatori presenti all’evento per iniziare a gettare le basi della 100x Declaration ovvero la petizione che sta alla base dell’Asteroid Day.

L’intento della 100x Declaration (firmata, tra gli altri, dal famosissimo cosmologo Martin Rees e da Kip Thorne, fisico teorico) è far crescere la consapevolezza nell’opinione pubblica sulla necessità di impiegare tutte le tecnologie disponibili per rilevare e seguire le orbite degli asteroidi potenzialmente dannosi e difendere così la Terra da eventuali impatti.

Brian May ha dichiarato: «guardando il film di Grigori Richters, 51 Degrees North, sono diventato consapevole dei rischi che l’umanità potrebbe correre a causa dell’impatto di un asteroide con il pianeta Terra.

Il problema è da sempre presente nelle menti degli astronomi ma solo recentemente le probabilità possono essere calcolate.  Solo recentemente è diventato possibile per l’umanità cominciare a pianificare un modo per prevenire tali catastrofi.

Occupandomi delle musiche del film, ho avuto modo di conoscere Grig e abbiamo parlato molto riguardo alla possibilità di concentrare le risorse di tutto il mondo per essere in grado di affrontare la collisione con un asteroide. Asteroid Day è stato creato con la speranza di poter, un giorno, risolvere il problema».


Dr Brian May Opening Message – Asteroid Day 2016 from Asteroid Day on Vimeo.


Dr Brian May – Asteroid Day 2016 from Asteroid Day on Vimeo.

Le foto presenti su www.diregiovani.it provengono da internet e si ritengono di libero utilizzo. Se è stata pubblicata un’immagine protetta da copyright, il legittimo proprietario può contattarci scrivendo a [email protected] : l’immagine sarà rimossa oppure accompagnata dalla firma dell’autore.