Orientamento e comunicazione in scuole, ecco ‘Sistema Its’

toccafondiRoma – Contributi video, app interattive, un portale dedicato e soprattutto le testimonianze dirette dei ragazzi. È il ‘Sistema Its’, il piano di orientamento e comunicazione per far conoscere agli studenti del quarto e quinto anno delle scuole secondarie di secondo grado gli istituti tecnici superiori.

Il progetto e’ stato presentato oggi al ministero dell’Istruzione, alla presenza del sottosegretario, Gabriele Toccafondi, del capo dipartimento del Miur, Rosa De Pasquale e dei responsabili dell’Its Angelo Rizzoli di Milano, curatore dell’iniziativa. Saranno i ragazzi che hanno gia’ intrapreso questa esperienza formativa che entreranno negli istituti superiori per spiegare ai ragazzi le opportunita’ di questo tipo di formazione “che si avvia a uscire dalla fase embrionale per entrare stabilmente nel sistema formativo italiano”. Gli Its, nati nel 2010, sono percorsi di specializzazione tecnica post diploma che hanno l’obiettivo di unire formazione e mondo del lavoro, in accordo con le politiche industriali del Paese.

“Gli Its sono un struttura concreta- ha detto Toccafondi- che da’ sbocchi lavorativi reali. L’81% dei primi 5mila ragazzi ha trovato lavoro nei primi 12 mesi dal diploma. Questo e’ un segno che quando mondo della scuola e del lavoro dialogano, i risultati si vedono”. Risultati positivi per i ragazzi ma anche per le aziende che una volta portati a regime potranno colmare il gap tra domanda e offerta. Continua il sottosegretario: “Sono ancora 60mila le aziende che non riescono a trovare lavoratori con qualifiche medio alte e gli Its possono essere una risposta in tal senso”. Per questo, usciti dalla fase di start up, e’ necessario puntare sull’orientamento. Spiegare quindi ai ragazzi “cosa sono gli Its e cosa offrono, dando loro gli strumenti per poi decidere liberamente”. Da quest’anno, “sara’ il Ministero insieme agli Its stessi a fare sistema e ad entrare nelle scuole italiane”. Il ‘Sistema Its’ sara’ quindi “un orientamento sul campo”. Verra’ chiesto alle scuole “di far entrare al loro interno i ragazzi che spiegheranno al loro quasi coetanei cosa sono gli Istituti tecnici superiori”. Tutto questo, ha concluso Toccafondi, “verra’ fatto con il supporto della tecnologia: un sito internet, profili Facebook e video realizzati dai ragazzi all’interno degli Its e riportanti le testimonianze degli imprenditori”.