attualita

Dall’altare all’ospedale: sposo colpito in pieno volto da un drone

ROMA – Dall’altare all’ospedale. È questa la disavventura di uno sposino che si è visto trasportare al reparto di Chirurgia Plastica dell’Ospedale di Palermo. Colpevole dell’incidente che lo ha visto protagonista nel giorno più bello della sua vita, un drone che era stato utilizzato, con una telecamera annessa,  per aggiungere scene inedite filmate dall’alto al video del matrimonio.

sposi

L’uomo di 37 anni, subito dopo la fine della celebrazione in chiesa, durante il servizio fotografico al mare, è stato colpito in pieno volto dal drone che, nel frattempo, si era trasformato in una scheggia impazzita per colpa del vento. Sono state le forti raffiche, infatti, a far perdere il controllo del drone telecomandato dal fotografo.
drone
Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 che hanno soccorso lo sposo con il volto insanguinato. Poi al reparto di Chirurgia Plastica – animato dai parenti in giacca e cravatta e donne con i tacchi – i medici hanno medicato l’uomo senza utilizzare punti di sutura, evitando di lasciargli segni evidenti che sarebbero rimasti tutta la vita. “I medici immediatamente si sono prodigati per curare e lenire il dolore del giovane. – ha spiegato il Direttore Sanitario, Giorgio Trizzino – Hanno medicato le lesioni al viso evitando, con opportune tecniche, i punti di sutura per evitare cicatrici”. Gli unici segni che lo sposo e la sua compagna porteranno, quindi, saranno i ricordi dei momenti di panico che hanno sconvolto il giorno del loro matrimonio e che hanno rimandato i festeggiamenti.