Si è concluso con una cena in grande stile l’anno scolastico dell’Istituto Pellegrino Artusi di Roma

Roma – Si è concluso con una cena in grande stile l’anno scolastico dell’Istituto professionale di Stato per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera Pellegrino Artusi. Una cena interamente pensata e preparata dai ragazzi del terzo, quarto e quinto anno, introdotta da un aperitivo e un buffet che ha introdotto i commensali al menù della sera. “L’evento di questa sera – ci racconta la preside Antonietta De Angelis – è il risultato di tutta l’attività svolta durante l’anno scolastico dai nostri ragazzi. I docenti hanno sempre lavorato in squadra per fare in modo che tutti i ragazzi della scuola avessero cognizione del lavoro di gruppo.” Presente alla serata, oltre a tutto il corpo docenti, anche l’ex assessore alla scuola del Comune di Roma Paolo Masini.

‘IPSEOA “Pellegrino Artusi” di Roma è un istituto alberghiero attivo nell’area metropolitana di Roma dalla fine degli anni Ottanta. La zona in cui si trova è caratterizzata dal Parco dell’Appia Antica che comprende la Valle della Caffarella e la Villa dei Quintili; è prossimo al Parco degli Acquedotti, di Tor Fiscale ed all’acquedotto Felice. Si tratta di un’area naturalistica ed archeologica di grande rilievo che richiama ogni anno un cospicuo flusso turistico, che si estende alla limitrofa area dei Castelli Romani. L’IPSEOA P.Artusi si distingue per l’alta qualificazione dell’istruzione e formazione professionale impartite agli alunni, come è dimostrato dai lusinghieri riconoscimenti ricevuti negli stage e nelle numerose esercitazioni esterne.

La sede centrale è situata nella pineta tra la via Appia nuova e l’Ippodromo delle Capannelle in Via Pizzo di Calabria 5, gli altri plessi coprono un’area molto vasta che va dal Quarto Miglio (sede di Via S.Tarcisio), all’Appia Pignatelli (sede di Via Montescaglioso) sino al Quadraro (sede di Via Sestio Menas). La sede centrale e i plessi di Sestio Menas e di S.Tarcisio sono dotati di laboratori di cucina, sala, bar e multimediale. L’istituto è ben radicato nel territorio ed ha stabilito contatti e collaborazioni con le istituzioni locali, nazionali ed estere che gravitano sulla capitale, sfruttando tutte le possibilità offerte dall’autonomia scolastica. La scuola è anche titolare del progetto europeo Leonardo da Vinci Pro Terris per lo studio di una nuova figura professionale di tecnico superiore per la valorizzazione dell’enogastronomia tipica. E’ stata nominata Polo nazionale d’eccellenza dal M.P.I. per lo studio di competenze per valorizzare prodotti tipici; ha avviato un Diploma di secondo livello approvato dalla Regione Lazio per la figura di Enogastronomo Territoriale.