salute

Va in coma italiano, si risveglia cittadino francese. Lo strano caso del signor C.

parigiROMA – Pochi giorni fa resa pubblica la vicenda di una donna texana che, risvegliatasi dal coma, aveva cominciato a parlare con un fortissimo accento inglese. Oggi, invece, la notizia di un uomo italiano (chiamato dai medici J.C.) che si è risvegliato dal coma convinto di essere in tutto e per tutto francese. Non solo si esprime nella lingua d’oltralpe, ma mangia solo cibi francesi e pretende di leggere riviste in francese. La sindrome, conosciuta come “sindrome compulsiva da lingua straniera”, è ricordata per una sessantina di casi in tutta la letteratura medica, ed è stata riportata da alcuni ricercatori dell’università di Edimburgo sulla rivista “Cortex”.

La strana storia del signor C.

L’uomo, che sembra essere stato colpito da grave ictus, ha dichiarato di avere avuto una relazione con una ragazza francese in età adolescenziale e di aver studiato tale lingua a scuola, ma anche che questi erano stati gli unici contatti con la cultura francese, di cui, peraltro, non si era mai particolarmente interessato. J.C., però, ricorda ancora la lingua nostrana: la usa, infatti, per scrivere, ma continua a usare il francese per comunicare oralmente “con ritmo veloce e intonazione eccessiva e usando una prosodia da film”, dicono i medici, e continuano: “J.C. continua a scrivere in italiano, sebbene insista nel volersi esprimere a voce solo in francese e non mostri segni di irritazione se le altre persone non lo capiscono quando parla”.

Il signor C e la joie de vivre

Ma il cambiamento di nazionalità non è l’unica stranezza che il paziente riporta sin dal risveglio: “Manie di grandezza, disturbi del sonno e un’ingiustificata euforia, che lui stesso ha definito joie de vivre”, come dicono gli scienziati. Secondo la loro teoria, il suo cervello ha avuto un “reset generale”, andando a ripescare ricordi (come ad esempio le conversazioni con la ragazza francese da giovane), che erano ormai sepolti da tempo.